Giuseppe Cardinali, Assisi merita rispetto e non speculazione elettorale

 
Chiama o scrivi in redazione


Giuseppe Cardinali, Assisi merita rispetto e non speculazione elettorale

Giuseppe Cardinali, Assisi merita rispetto e non speculazione elettorale

Assisi merita rispetto e non speculazione elettorale! Il deserto turistico creato dal Covid19 è tanto più marcato quanto più è spinta la connotazione turistico-culturale di una città.
Ad Assisi – tra imposta di soggiorno, checkpoint, ecc. – verranno a mancare circa 3 milioni di euro nel bilancio corrente. Situazione che non consente “dispendio di energie”, ma fattibili azioni concrete di rilancio e totale disponibilità verso iniziative private (singole o associate) di rilancio e attrazione turistica che, data la situazione, potrà essere principalmente nazionale.

Il fatto che le iniziative siano a “costo zero” o quasi, stante la forte diminuzione del flusso di cassa, va sicuramente nella direzione di non aumentare minimamente la tassazione locale nonostante, è bene ricordarlo, il Comune di Assisi NON ha istituito l’addizionale comunale all’Irpef come ha fatto la gran parte dei comuni umbri (da Perugia a Bastia, da Foligno a Spoleto, da Città di Castello a Passignano, tanto per citare i più grandi).

Assisi sta, quindi, sicuramente leccandosi le proprie ferite, ma le iniziative, con le ridotte risorse disponibili, sono sicuramente molte e variegate, sia nel centro storico che nelle frazioni: basta leggere attentamente quanto riportato anche dalla stampa locale.

Assisi, con il il peso del suo 25% del pil turistico regionale chiede, non solo per sé ma per tutte le città umbre soprattutto quelle a vocazione turistica, che la Regione si faccia portatrice di un “robusto” piano di rilancio, così come solo la Regione può fare in applicazione del ruolo costituzionalmente riconosciuto con le maggiori risorse disponibili, e come hanno fatto altre regioni, per esempio il Veneto che vi ha destinato alcuni milioni di euro.

Sono fiducioso che anche l’Umbria si muova in tal senso!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*