La dimenticanza del Pincio e altri luoghi simbolo dimenticati ad Assisi

La dimenticanza del Pincio e altri luoghi simbolo dimenticati ad Assisi

La dimenticanza del Pincio e altri luoghi simbolo dimenticati ad Assisi

da Maurizio Terzetti
La “dimenticanza” del Pincio – sulla quale confidiamo, io e Gianni Lippi, di avere riacceso e di continuare a riaccendere l’attenzione propositiva della comunità di Assisi – non è, in definitiva, la sola mancanza di rilievo che Assisi ha inanellato e sta inanellando. Al PINCIO, entro la prossima estate, si farà, insieme ad altri spettacoli, un evento di grande incontro tra la città dentro e fuori le mura. E per questo continueremo a lavorare, a provocare, a volere fortemente: ASSISI VA AL PINCIO!

Ci sono, poi, però, altri luoghi simbolo dimenticati del tutto da iniziative di collegamento fra le comunità locali.

Penso, ad esempio, allo STADIO DEGLI ULIVI, luogo di cerniera tra il centro storico e le frazioni di Viole, Rivotorto, Passaggio e Capodacqua. L’estate, un grande concerto allo stadio, coorganizzato dalle associazioni locali, renderebbe un bel servizio allo stadio molto scenografico e dimenticato, al di là, naturalmente degli impegni calcistici che continuano ad essere proposti con amore e tenacia ammirevoli.

LEGGI ANCHE – Pincio Assisi, Mario Bellini su Parco Regina Margherita, cuore verde

Penso, ancora, al grande PIAZZALE DELLA ROCCA, ideale e dimenticato punto di incontro tra le frazioni oltre Porta Perlici (Armenzano, Costa di Trex, Pieve San Niccolò, Porziano, San Presto, Santa Maria di Lignano, Paradiso) e il centro storico. Anche lì un concerto spettacolare, con la stessa formula propositiva e organizzativa delle associazioni locali.

Penso, poi, al CHIASCIO, che scorre a Petrignano ed è il fiume che fonda tutta la Valle Umbra dantesca (il Tescio, invece, è, più intimamente, il fiume del centro storico e dell’Angelano). Al Chiascio, per un evento musicale con i fiocchi, potrebbero trovarsi centro storico e Petrignano, Palazzo, Tordibetto, Torchiagina, Mora, Rocca Sant’Angelo, San Gregorio, sempre su iniziativa delle forze locali.

Penso, infine, a SAN MASSEO, formidabile scenario di spiritualità dimenticata da Assisi e, invece, punto di contatto fra la città dentro le mura e l’Angelano. Anche qui, l’opportunità è interessante di organizzare un evento musicale ben pensato a cura delle associazioni locali, per unire in quello scenario centro storico e Santa Maria degli Angeli, Tordandrea, Castelnuovo.

Il PINCIO, insomma, è in buona compagnia. E questi cinque luoghi (PINCIO, STADIO DEGLI ULIVI, PIAZZALE DELLA ROCCA, CHIASCIO e SAN MASSEO), tolti dal dimenticatoio, insieme potranno formare una collana molto luminosa sulla fronte estiva di Assisi.

Il titolo della rassegna? I CONFINI DELL’UNIVERSO!

 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*