Cittadini vulnerabili spesso confusi e spaventati, ma c’è progetto Enea

 
Chiama o scrivi in redazione


Cittadini vulnerabili spesso confusi e spaventati, ma c'è progetto Enea

Cittadini vulnerabili spesso confusi e spaventati, ma c’è progetto Enea

La Polizia di Stato continua la propria fattiva azione di vicinanza, attraverso il Progetto Enea, ai cittadini impegnati ad affrontare particolari difficoltà insorte dalla nota emergenza sanitaria. Ad Assisi, gli agenti del Commissariato, diretti dal Vice Questore Francesca Domenica Di Luca, hanno potuto constatare, anche attraverso i servizi dedicati ai controlli quanto sia altresì importante rassicurare i cittadini più vulnerabili troppo spesso confusi e spaventati da questa “novità” sanitaria.

Ed è per strada, tra la gente, che i poliziotti hanno potuto constatare e prendere atto delle difficoltà di tante persone sole, anziane o con vulnerabilità importanti.

  • la Polizia di Stato è chiamata a fare la propria parte

 In un momento del genere, la Polizia di Stato è chiamata a fare la propria parte, buttando ancora una volta il proprio cuore oltre l’ostacolo. Da questa necessità nasce l’attivazione del Progetto Enea ovvero di offrire il contributo della Polizia di Stato quale segno tangibile del nostro fare Polizia di prossimità.

  • si effettueranno consegne a domicilio di farmaci

D’intesa con l’Amministrazione Comunale che ha accolto con gioia ed entusiasmo questa proposta, sostenuta dal Questore della provincia di Perugia, dr. Antonio Sbordone, volendola includere nel progetto, si effettueranno consegne a domicilio di farmaci erogati dalla Farmacia Comunale a favore di persone residenti nel territorio comunale di Assisi e che abbiano effettive e concrete difficoltà di movimento in quanto anziane, sole e non munite di mezzi di trasporto o con stati di disabilità o affette da altre patologie.

Ovviamente tale servizio verrebbe garantito compatibilmente con l’espletamento delle primarie attività istituzionali.

I cittadini avranno verranno invitati a comporre il numero telefonico 075/ 8190933 del Commissariato P.S. Assisi ed avranno a disposizione il numero del Progetto Enea – 337.1139736 e la relativa e-mail – relazioniesterne.questura.pg@poliziadistato.it .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*