Morto anziano per covid ad Assisi, 13 contagi in più

 
Chiama o scrivi in redazione


Morto anziano per covid ad Assisi, 13 contagi in più

Morto anziano per covid ad Assisi, 13 contagi in più

Sono 13 i casi in più di persone positive al Covid-19 rispetto a ieri. Un uomo di 89 anni con altre patologie pregresse è purtroppo morto. Questi i dati forniti dal Cor (Centro operativo regionale).  Sul fronte delle scuole, sono ad oggi 26 le classi in isolamento su 319.

La situazione è sotto controllo al Ludovico da Casoria, l’istituto per ciechi e pluriminorati, dove sono risultati positivi una decina di assistiti e 15 suore e nessuna presenta sintomi gravi. Situazione molto circoscritta alla casa di riposo “Andrea Rossi” dove sono confermati 6 positivi rispetto a 56 ospiti, mentre nessun operatore nè altro dipendente è risultato contagiato.

  • Intensa è l’attività dell’amministrazione comunale: il sindaco Stefania Proietti con il proprio staff contatta singolarmente ogni persona risultata positiva al tampone provvedendo poi a notificare l’ordinanza di isolamento contumaciale e nel contempo a prendersi carico delle eventuali esigenze di persone e famiglie.

Anche alla luce delle ultime disposizioni, il sindaco ha rafforzato i controlli nei luoghi dove possono verificarsi assembramenti, invitando i cittadini a rispettare tutte le misure di sicurezza (obbligo di mascherina, distanziamento e igienizzazione delle mani) per contenere la diffusione del virus.

  • In tutta la città, per volontà dell’amministrazione, sono stati affissi manifesti e locandine contenenti le ultime regole e le ultime norme per fronteggiare questa situazione di emergenza sanitaria.

Il sindaco, alla guida del Coc (cenro operativo comunale) monitora personalmente 24 ore su 24 l’andamento della situazione, in contatto diretto con le autorità sanitarie e le istituzioni, disponendo  cercando di monitorare il rispetto delle misure di sicurezza da parte della cittadinanza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*