Spirito di Assisi, religioni insieme per la pace, il 27 evento online

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid, diocesi e comuni insieme contro la pandemia

Spirito di Assisi, religioni insieme per la pace, il 27 evento online

“Siamo nel mese in cui, 34 anni fa, San Giovanni Paolo II convocò in Assisi la grande preghiera delle religioni per la pace. Non più gli uni indifferenti agli altri, tanto meno gli uni contro gli altri, ma insieme per elevare all’unico Dio la voce dell’anima e confidargli l’aspirazione alla pace”. Lo scrive il vescovo della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, monsignor Domenico Sorrentino, alla vigilia della ricorrenza della Giornata di preghiera per la pace che cade martedì 27 ottobre e quest’anno è incentrata sul tema “Fratelli tutti. Le religioni al servizio della fraternità nel mondo”.

Nell’invito alla preghiera il vescovo ricorda che “oggi quella sete di pace si è fatta ancora più urgente perché i conflitti armati continuano a generare distruzione e morte nel mondo, persistono le ingiustizie sulla pelle dei più indifesi, il terrorismo continua a colpire, ingenti somme vengono investite per produrre e acquisire nuovi strumenti di morte e la violenza si manifesta in tante forme. Nello stesso tempo però è cresciuta anche la consapevolezza che la pace è dono prezioso che sgorga dal cuore di Dio e noi dobbiamo accoglierla, custodirla e diffonderla. Si moltiplicano, il più delle volte senza clamore alcuno, i gesti di amicizia e di incontro che generano un mondo nuovo.

Non si tratta soltanto di firme in calce ad accordi, appelli, dichiarazioni e buoni propositi, ma di gesti e segni che sanno radicare la fraternità, fare spazio alla solidarietà e all’amicizia. Ne è testimonianza anche il recente incontro organizzato a Roma, proprio nel solco dello “spirito di Assisi”, dalla Comunità di Sant’Egidio. In questo mese voglio invitarvi pertanto a pregare per la pace unendovi alle iniziative che promuoveremo da Assisi e che saranno diffuse via internet.

Non trascureremo di volgere il nostro pensiero alle vittime della violenza in ogni parte del mondo e per chi ha perso la vita a causa della pandemia in corso. Pregheremo anche per la conversione del cuore di quanti cedono la parola alle armi e scelgono consapevolmente la violenza. Lo faremo – ha aggiunto monsignor Sorrentino – avendo nel cuore le parole dell’Enciclica “Fratelli tutti” che Papa Francesco ha scelto di firmare proprio qui in Assisi ricordandoci che “il comandamento della pace è inscritto nel profondo delle tradizioni religiose” (284)”.

Il programma dell’anniversario dello Spirito di Assisi, dopo la santa messa che si è tenuta domenica mattina 25 ottobre nella Basilica Superiore di San Francesco, prevede nel giorno dell’anniversario di martedì 27 ottobre alle ore 10:30 l’incontro, in collegamento streaming, con giovani esponenti di diverse religioni sul tema “Fratelli tutti. La dimensione universale dell’amore fraterno”. Interverranno Mariam Mourabi dei Giovani musulmani d’Italia; Svamini Atmananda, giovane monaca induista; Susanna Perugini, animatrice del progetto Policoro diocesano.

Nel pomeriggio dalle ore 17 nel Refettorietto del Convento della Porziuncola a Santa Maria degli Angeli si terrà, sempre in collegamento streaming e in presenza su invito, l’incontro interreligioso di preghiera per la pace al quale parteciperanno il vescovo della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino monsignor Domenico Sorrentino; padre Petru Heisu, Chiesa ortodossa romena; Pawel Gajewsky, pastore valdese; Cathie Alexander, Comunione anglicana; Mina Stella, diacono della Chiesa copto-ortodossa; Adbel Qader, imam di Perugia e Maurizio Ciarfuglia, esponente Bah’ai.

Gli eventi possono essere seguiti sulla pagina Facebook Diocesi Assisi – Nocera – Gualdo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*