The next green generation: ad Assisi prende il via il Bootcamp & Horeca Work Forum 2021

 
Chiama o scrivi in redazione


The next green generation: ad Assisi prende il via il Bootcamp & Horeca Work Forum 2021

Al motto di “The next green generation” è stato presentato lo scorso 2 Settembre il 2°Bootcamp & Horeca Work Forum organizzato da PLANET ONE con la collaborazione del media partner BARGIORNALE.

Dopo una prima edizione con numeri da record (con circa 600.000 visualizzazioni sui canali social ufficiali dell’evento), l’edizione numero due del grande evento dedicato a ripensare il mondo della ristorazione si annuncia particolarmente carica di aspettative e interessa per tutti gli operatori del variegato mondo dell’Horeca, desideroso quanto non mai di una vera ripartenza e un ripensarsi in maniera nuova all’indomani della pandemia.

Due saranno le sessioni di lavoro: quello del 6 e 7 Settembre dedicato alla Mixology e alla Caffetteria e quello del 13 e 14 Settembre  dedicato alla Ristorazione e alla Caffetteria.

Tre le location scelte come sede dell’evento: Borgo Antichi Orti Assisi, Tenuta Baroni Campanino Assisi, Tenuta San Masseo Assisi.

Ancora una volta il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, ha elogiato la manifestazione, sottolineandone la portata “sociale”: “Mi fa piacere che le conferenze di quest’anno si svolgeranno nella Sala della Conciliazione del Comune di Assisi,  un luogo per noi molto caro dove chi entra lascia da parte gli interessi personali per promuovere solo il bene comune”. Di bene comune si tratta quando infatti parliamo di turismo e accoglienza, che per la cittadina serafica, come ha ribadito la Prima Cittadina – sono più di un settore dell’economia: il turismo per Assisi p un’anima e l’imprenditore del turismo di Assisi dona la vita al settore”.

Ha fatto eco alle belle parole del sindaco Proietti il rappresentante di Federalberghi, Rolando Fioriti, sottolineando che il nuovo turista oggi è attento all’offerta sostenibile: da questa non si può più prescindere. Presente anche Maurizio Beccafichi, per l’Università dei Sapori: “Sebbene il settore ricettivo sia stato molto in difficoltà resta sempre produttivo. Constatiamo la grande voglia di mettersi in gioco da parte dei ristoratori di cui il Bootcamp è un’espressione; mancano ancora in Italia le professionalità, ma questo è un problema che ha radici profonde”.

A rappresentare all’interno dell’Horeca Work Forum un nuovo modello di cucina sostenibile e a km zero, lo chef umbro Paolo Trippini, Ambasciatore Del Gusto e impegnato da anni nella valorizzazione di una filosofia gastronomica che punti tutto sulla valorizzazione delle biodiversità locali. “Negli ultimi mesi la ristorazione è cambiata tantissimo – ha affermato – ora c’è più attenzione da parte del cliente sulla qualità dei prodotti utilizzati e anche noi ristoratori dobbiamo saper raccontare il prodotto che mettiamo nel piatto. Il Bootcamp è  un’esperienza che significa confronto tra gli addetti ai lavori e da questo confronto si cresce sempre. Oggi sostenibile significa forte. Puntiamo sull’economia di prossimità, che è strettamente collegata alla sostenibilità”.

Quando si parla di sostenibilità non si può non citare Regusto, startup umbra di successo, primo portale della sostenibilità a livello europeo e naturalmente partner del Bootcamp Horeca Work Forum: vincitore di vari riconoscimenti legati alla tematica della tecnologia e della sostenibilità, Regusto attraverso un modello di Sharing for Charity basato sulla tecnologia blockchain, trasforma lo spreco in risorse utili. Un algoritmo di proprietà è inoltre in grado di elaborare gli indici di impatto ambientale e sociale che tali flussi generano, consentendo alle aziende di comunicarsi in chiave sostenibile e di ricevere importanti informazioni per l’elaborazione del loro bilancio sociale.

Anche Coldiretti Umbria ha presenziato la conferenza di apertura del Bootcamp, evidenziando la fondamentale importanza dell’economia di  prossimità, sperimentata con mano dall’associazione di coltivatori con il grande successo dei mercati di Campagna Amica. Qui le persone spontaneamente vengono a cercare la qualità dei prodotti locali.

Una nota importante è arrivata dal giornalista Giuliano Biondi, redattore della rivista Bargiornale: “Sono i piccolio cambiamenti che fanno cambiare la mentalità delle persone; e così oggi anche la sostenibilità nell’alimentazione – specialmente quando parliamo del fuori casa – è diventata importantissima per molti più consumatori rispetto ad appena un paio di anni fa”.

Infine Marco Ranocchia di Planet One, vero motore e promotore del Bootcamp, ha ricordato che senza il coraggio dell’imprenditore una manifestazione di questo tipo – nata e autofinanziata dalla sinergia di moltissime aziende e realtà del settore – non sarebbe immaginabile.

L’appuntamento è dunque lunedì 6 Settembre per gli addetti ai lavori che parteciperanno in presenza all’Horeca Work Forum; martedì 7 settembre, invece, a partire dalle ore 10 e fino alle 12.30 si terrà la sessione di lavoro in diretta streaming dalla Sala della Conciliazione del Comune di Assisi, appuntamento a cui tutti potranno prendere parte a remoto sul canale Youtube Planet One.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*