Laboratorio Arteterapia casa Riposo Andrea Rossi Assisi Mi emoziono ancora

Laboratorio Arteterapia casa Riposo Andrea Rossi Assisi Mi emoziono ancora

Laboratorio Arteterapia casa Riposo Andrea Rossi Assisi Mi emoziono ancora Un sensazionale viaggio fatto di colori ed emozioni: è questo il senso profondo del laboratorio di Arteterapia a cui hanno partecipato gli Ospiti della Casa di Riposo “Andrea Rossi” di Assisi. Durante il percorso guidato da Laura Borgognoni e Elena Cesaretti, arteterapeute in formazione presso la Scuola di Arteterapia “La Cittadella” di Assisi, le emozioni e sensazioni suscitate, i ricordi evocati durante gli incontri sono stati talmente vivi e intensi da far nascere l’idea di una mostra, in cui gli stessi autori potranno incontrare i visitatori e condividere la loro esperienza.

Con la collaborazione del Comune di Assisi, dal 22 al 24 giugno 2018, presso il Palazzo del Capitano del Popolo in piazza del Comune, si terrà dunque la mostra delle immagini prodotte dagli ospiti della Casa di riposo nel corso del laboratorio di Arteterapia, dal titolo: “Mi emoziono ancora”.

Al vernissage, previsto per venerdì 22 giugno alle ore 18.00, con l’aiuto del Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, verrà anche data lettura di alcuni scritti prodotti dagli stessi anziani.

Durante i tre giorni della mostra chiunque avrà la possibilità di partecipare, in qualsiasi momento, a brevi laboratori espressivi, per lasciare così che anche le loro emozioni prendano forma.

Per la giornata del 23 giugno, in particolare, l’atelier sarà aperto con mini laboratori ad ingresso gratuito per nonni e nipoti, per tutta la giornata.

L’esposizione, a ingresso libero, sarà aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00. Il Presidente della Casa di Riposo esprime il suo ringraziamento verso l’amministrazione comunale, le arteterapeute, gli attori, gli artisti e tutte le persone che hanno reso possibile questo evento insieme ai nostri anziani. “Le emozioni – afferma – non hanno età, anzi, prendono nuove forme e nuovi profondi significati: vi aspettiamo numerosi per scoprirli e riscoprirli insieme!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*