Eppur mi son scordato di me di Gianni Clementi al Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi

E Francesca, è ancora lei? Il ragazzo che siamo stati, ci riconoscerebbe oggi o ci manderebbe a quel paese?

 
Chiama o scrivi in redazione


Eppur mi son scordato di me di Gianni Clementi al Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi

ASSISI – Grande ritorno di un attore molto legato ad Assisi, quello di Paolo Triestino al Piccolo Teatro degli Instabili con il nuovo spettacolo “Eppur mi son scordato di me” dell’acclamatissimo Gianni Clementi: un viaggio nel tempo sulle note di Lucio Battisti, per tornare alla giovinezza, alle sue gioie semplici, alle sue delusioni che sembrano insormontabili, ma senza inciampare nella nostalgia. Tutti abbiamo una colonna musicale della nostra vita, a percorrere ricordi ed emozioni. Antonio, un cinquantacinquenne, ci propone appassionatamente la sua. L’Appuntamento il 15 marzo alle ore 21.

E Francesca, è ancora lei? Il ragazzo che siamo stati, ci riconoscerebbe oggi o ci manderebbe a quel paese? E se ci “ritorniamo in mente”, cosa vorremmo essere ancora e cosa non vorremmo più, di quello che siamo diventati? Clementi scrive per Paolo Triestino un ritratto divertente, originale e commovente, la cui storia incontra la Storia, accompagnata dalla musica di Lucio Battisti. Uno spettacolo che ha la non comune capacità di commuovere, divertire e sorprendere al tempo stesso.

scene Francesco Montanari 
luci Giuseppe Magagnini
regia Paolo Triestino

Produzione DIAGHILEV in collaborazione con Fiore&Germano

 

Dalla rassegna stampa: 

“Un monologo emozionante… Triestino, da vero mattatore, riesce a divertire e commuovere…”

Paolo Leone – corrieredellospettacolo.it

 

“Uno spettacolo che ha la non comune capacità di commuovere, divertire e sorprendere al tempo

stesso..” Sarah Mataloni – closeup.it

 

“Un brivido ed un lungo applauso conclude questo straordinario monologo..”

Francesco Salvetti – daruma/cult.it

 

“Paolo Triestino si dimostra essere uno dei migliori attori italiani degli ultimi anni, di una bravura

esorbitante..” Marco Rossi – culturalmente.it

 

“Una pièce divertente, delicata e romantica. Lo spettatore viene conquistato e partecipa rapito…”

Rachele Fortuni – ilgufetto.it

“Eppur mi son scordato di me conquista tutto il pubblico… Un brivido e un lungo applauso conclude questo straordinario monologo.” Alessio Neroni – teatro.perinsala.it

 

“Uno spettacolo tutto da vivere, che fa scoprire un Triestino istrione, attore, cantante, con battute

taglienti e momenti velati di malinconia… si segue tutto d’un fiato.”

Teresa Pierini – latuaetruria.it

 

PICCOLO TEATRO DEGLI INSTABILI

Via Metastasio 18, Assisi (PG)

Tel. 333 7853003 – 335 8341092 – info@teatroinstabili.com – www.teatroinstabili.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*