Marcia della Pace PerugiAssisi, utilizzare la viabilità da Viole

Marcia della Pace PerugiAssisi, utilizzare la viabilità da Viole

Marcia della Pace PerugiAssisi, utilizzare la viabilità da Viole Nel giorno della Marcia della Pace, vista la presenza di un numero straordinario di partecipanti, nel territorio del Comune di Assisi la circolazione stradale sarà sottoposta ad alcuni cambiamenti

1) Dalle 11 circa la viabilità per Assisi da Santa Maria degli Angeli e da Ponte san Vittorino sarà interrotta

2) Si potranno utilizzare la strada da Viole, percorribile in entrata e in uscita e accessibile dalle uscite della SS75 di Viole e Rivotorto. Ciò vale anche per gli autobus turistici.

3) La viabilità lungo via Ponte dei Galli, in uscita da porta san Giacomo, verrà invertita. Via Ponte dei Galli sarà percorribile in senso ascendente.

4) Lungo le strade interessate dai cortei (via Los Angeles, via Becchetti, via Patrono d’Italia, via Marconi, piazza Inferiore di san Francesco, via san Francesco, piazza del Comune, via san Rufino, Rocca Maggiore) i cittadini dovranno cortesemente rimuovere i veicoli come da relative ordinanze.

5) L’area di santa Maria degli Angeli a fianco della basilica (da via Patrono d’Italia a via Protomartiri francescani sarà interdetta al traffico fino dalla prime ore della mattina.

Si consiglia a tutti i cittadini di utilizzare la viabilità da Viole.

 

Eventi in Umbria

9 Commenti

  1. La viabilità da viole è altamente sconsigliata visto che la strada da anni dimenticata dall’amministrazione provinciale e comunale è ridotta in alcuni tratti molto male. Asfalto da rifare, segnaletica inesistente, pubblica illuminazione solo a tratti. Macchine e moto che sfrecciano ad alta velocità. Tutto segnalato più volte ma sempre rimasto inascoltato.Luogo dimenticato da chi amministra. Quindi si consiglia di evitare.

  2. Be un limite va messo….VIOLE non deve essere scelta, e’ l’unica via di uscita.
    La situazione diinta mi sembra catastrofica, non e’ cosi’ come viene dipinta……onestà intellettuale please

  3. Mi ricordo quando alla marcia della pace partecipavano 70.000 persone….oggi 20.000 è un successo! Come i 50.000 di roma del PD!!! Saranno loro che portano sfortuna? O forse semplicemente nessuno crede più in certe manifestazioni viste le delusioni che certi partiti hanno dato ai loro elettori?

  4. Caro sig. Volpino, Tanta PACE
    La marcia della pace iniziata nel lontano 1961 non è espressione politica di parte, non lo è stata nella sua genesi e non lo è nella sua organizzazione anno per anno.
    Ci sono alcuni partiti o associazioni o organizzazioni sociali che liberamente scelgono di partecipare, ritenendo importante esserci, altri non lo ritengono importante e non partecipano, così come ci sono politici che usano questo evento per farsi intervistare ed altri che preferiscono non farlo.
    La PACE non è di nessuno.
    La pace è un bisogno primario.
    La pace è SEMPRE aspirazione di tutti i popoli, perché la guerra e sempre aspirazione di pochissimi.
    Non cada nella trappola che la pace è di sinistra e la guerra è di destra non esiste pace di parte,
    NON ESISTE PACE DI PARTE.
    La pace è desiderio di tutti quelli che dalla guerra ricavano solo morte e sofferenze,
    La guerra è desiderio di chi ricava potere e ricchezze (pochissimi) sulla pelle di tutti gli altri.
    Lei pensa veramente che i popoli che vengono a farsi le cosiddette –vacanze- in Italia se non avevano le NOSTRE GUERRE nei loro territori che li cacciavano, sarebbero venuti da noi ? se potevano vivere del loro lavoro, i siriani, gli eritrei, i pakistani, i congolesi, i kurdi e gli abitanti dei 47 paesi dove ci sono oggi conflitti armati sarebbero venuti a pestarci i calli ??
    TANTA ma TANTA PACE a TUTTI NOI

    • Caro Migliosi, è inutile fare sermoni con gente che vede e sente ciò che vuole. Per costoro l’importante è denigrare.

  5. Caro grillo più costruttivo di così….ti ho detto che a tratti manca la pubbluca illuminazione. L’asfalto è da rifare..non esiste marciapiede. Non c’è segnaletica. Il tutto è stato segnalato e ripeto IGNORATO di che atteggiamento costruttivo parli? Deve suggerire come fare a reperire fondi per fare i lavori? Sai benissimo che sono scelte politiche da parte delle amministrazioni. Sicuramente sistemare questo tratto di strada non interessa a nessuno nonostante tutti pagano le tasse come quelli che abitano a s.maria degli angeli, ad assisi dove sicuramente i rappresentanti locali hanno un potere “contrattuale ” diverso in termini di voti. Chiaro no?

  6. Caro marco capisco benissimo il tuo intervento ma la critica deve essere costruttiva nel senso che non era il contesto attuale dove andavano rappresentate certe problematiche. Il giorno 7 VIOLE ERA LA SOLA VIA DI ACCESSO E DI FUGA e quindi unutile dire se non dannoso che non andava utilizzata.
    Ripeto che conosco benissimo quel tratto di strada e il dipinto che fai mi sembra troppo forte, rispetto a tantissime altre viabilità del nostro Comune.
    Buona giornata e mi taccio per sempre su questo argomento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*