Ivano Bocchini: “Dalla giunta Proietti sulla Piazza di Viole solo chiacchiere e promesse”

 
Chiama o scrivi in redazione


Ivano Bocchini: “Dalla giunta Proietti sulla Piazza di Viole solo chiacchiere e promesse”

Nonostante le promesse, San Vitale (Viole d’Assisi) non ha ancora una piazza. Lo segnala Ivano Bocchini, consigliere comunale di Uniti per Assisi, ora candidato di Forza Italia – Progetto Assisi, e consigliere comunale della Pro loco di San Vitale. “Più volte, abbiamo proposto, insieme ad Antonio Lunghi, di realizzare la piazza in attuazione delle previsioni del vigente prg per un importo di 250.000 euro. Solo dopo nostra sollecitazione – ricorda Bocchini – ci è stato promesso che l’intervento sarà realizzato in due annualità: 2021-2022. Ma ad oggi, nonostante il voto unanime del consiglio comunale su un’interpellanza per la cui discussione molti cittadini erano venuti nel palazzo comunale, quelle promesse sono vuote. Altre opere sono state portate avanti, ma la piazza di Viole (come è conosciuta la frazione di San Vitale) è ancora ferma al palo”.

E oltre al danno, l’attuale consigliere comunale segnala anche “la beffa. Il progetto di tutta la frazione – sostiene l’esponente di Forza Italia – Progetto Assisi, candidato alle prossime amministrative del 3-4 ottobre – al netto di qualche sfumatura viene sbandierato in occasione della campagna elettorale. Nel 2019 infatti, vista la contrarietà della giunta di centrosinistra, organizzammo un convegno – cui partecipò tra l’altro Tommaso di Carpegna Falconieri – insieme alla Pro loco, alla commissione Cultura e alla Cittadinanza, per sottolineare il valore e i punti di forza della piazza dal punto di vista tecnico, storico e relazionale, quale strumento per accrescere il bene comune.  I cittadini chiedono da tempo la realizzazione di una piazza, quale componente essenziale per lo sviluppo della frazione, luogo di relazione, di dimensione quotidiana di comunità e senso di appartenenza. Con Marco Cosimetti sindaco, mi impegnerò perché questo legittimo desiderio e necessità diventino realtà”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*