Sindaci sul piede di guerra per le case di riposo davanti Palazzo Cesaroni, 27 Aprile 2021

In difesa delle RSA comunali dopo le mancate risposte alle note formali inviate agli stessi a partire da dicembre 2020

 
Chiama o scrivi in redazione


Sindaci sul piede di guerra per le case di riposo davanti Palazzo Cesaroni

Sindaci sul piede di guerra per le case di riposo davanti Palazzo Cesaroni, 27 Aprile 2021


Subito Risposte Per le Case di Riposo🔴
Il Sindaco di Assisi insieme ai colleghi di Città di Castello, Gualdo Tadino e Gubbio, coadiuvati dai rispettivi rappresentati delle “strutture di ricovero per anziani”, sono i firmatari di una lettera unitaria indirizzata alla Presidente di Regione Tesei e all’Assessore alla sanità Coletto in difesa delle RSA comunali dopo le mancate risposte alle note formali inviate agli stessi a partire da dicembre 2020.
Pertanto si ritroveranno il 📋 27 Aprile davanti Palazzo Cesaroni durante il Consiglio Regionale, manifestando sdegno e stigmatizzando il prorogarsi di questo silenzio assordante, ritenendo non più rimandabile l’apertura di un tavolo di confronto sugli spinosi argomenti ancora in sospeso. ➡️ Occorre, con urgenza, che la Regione Umbria applichi l’art. 109 del DL 34/2020 e l’art 8 del decreto ristori bis, che garantirebbe alle strutture quasi un “vuoto per pieno” con il ristoro dei posti forzatamente rimasti vuoti. ➡️ E’ necessaria ed urgente la revisione delle tariffe, ed il riconoscimento di contributi straordinari per l’emergenza COVID-19 che ridarebbero linfa vitale al mantenimento delle strutture coinvolte e dei tanti posti di lavoro di operatori sanitari che hanno messo a repentaglio la propria vita per accudire gli anziani e che adesso vedono a rischio il proprio lavoro.
Assisi Domani sostiene con forza i Sindaci, i presidenti e i lavoratori delle strutture per anziani, sostiene gli ospiti e le loro famiglie. 💪 Chi sa se, all’indifferenza degli organi regionali si unirà anche quella del capogruppo della Lega Stefano Pastorelli, , oppure, ricordandosi che quando le campagne elettorali finiscono dovrebbero seguire anche fatti concreti, il consigliere assisano appoggerà l’iniziativa evitando di rimanere comodamente seduto tra i banchi in Regione?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*