Assisi, pusher recidivo di 36 anni individuato e bloccato dalla Polizia

 
Chiama o scrivi in redazione


Polizia denuncia ladro di opere d'arte, aveva rubato pezzi per 5000 euro 
Francesca Di Luca Vicequestore aggiunto Polizia di Stato

Assisi, pusher recidivo di 36 anni individuato e bloccato dalla Polizia

Lotta al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, gli uomini del locale Ufficio Anticrimine del Commissariato della Polizia di Stato Assisi hanno arrestato un pusher italiano di 36 anni, già conosciuto alle Forze dell’ordine: nascondeva la droga dentro un vasetto per le sorprese dell’uovo pasquale.

Ieri mattina l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato condannato a un anno di reclusione e 3000 euro di multa. Lo spacciatore era già arrestato qualche mese fa in quanto sorpreso, durante il lockdown, nella sua attività di rifornitore di stupefacente. Reato reiterato e scoperto dagli agenti quando, nei pressi della sua abitazione, è stato notato un trentunenne, già noto agli uffici di polizia per i suoi numerosi precedenti e perché assuntore abituale di sostanze stupefacenti. Quest’ultimo è stato visto avvicinarsi in bicicletta all’abitazione del pusher, armeggiare con il telefono e il citofono, entrare e poi uscire dopo pochi minuti.

Bloccato, il trentunenne ha consegnato spontaneamente agli agenti della marijuana e dell’hashish per un peso complessivo di poco più di un grammo, che lui stesso ammetteva di aver acquistato poco prima dal 36enne; per questo è stato segnalato alla Prefettura come assuntore abituale di sostanze stupefacenti. È scattata poi la perquisizione domiciliare d’urgenza nell’abitazione dello spacciatore all’interno della quale, nascosto dentro un vasetto per le sorprese dell’uovo di cioccolato, i poliziotti – coordinati dal vicequestore aggiunto Francesca Domenica Di Luca, hanno trovato circa 6,5 grammi di hashish e 10 grammi di marijuana pronti per essere venduti. Da qui l’arresto e la successiva condanna a un anno di reclusione e 3000 euro di multa. (MB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*