Stanziati oltre 100 mila euro ad Assisi per il sostegno alle famiglie con figli autistici

Il Fondo per l'inclusione delle persone con disabilità autistica finanzia l'iniziativa

Stanziati oltre 100 mila euro per il sostegno afamiglie figli autistici

Stanziati oltre 100 mila euro ad Assisi per il sostegno alle famiglie con figli autistici

La Regione ha assegnato oltre 100 mila euro (per la precisione 101.088,82) dal Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità autistica per la promozione del benessere e della qualità della vita. Questi fondi sono destinati a sostenere le famiglie con figli minori affetti da disturbo autistico residenti nei Comuni della zona sociale n. 3 (Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica).

La Conferenza di zona ha deciso di utilizzare 71 mila euro per il sostegno ai nuclei familiari che hanno minori affetti da disturbo artistico e gli altri 30 mila euro per l’assistenza scolastica. Questo contributo economico una tantum è destinato al rimborso delle spese per acquisti documentati dal 1° settembre 2023 e fino alla data di scadenza del bando fissata per il 20 settembre 2024 per prestazioni di assistenza sanitaria o riabilitativa.

Le risorse erano state finanziate per le annualità 2022-2023 dal Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità autistica ma sono state erogate solo adesso dalla Regione. Per accedere al contributo economico del cento per 100 le famiglie devono avere un Isee ordinario non superiore a 25 mila euro, mentre c’è un concorso del 60 per cento della spesa sostenuta per coloro che sono in possesso di una certificazione Isee fino a 35 mila euro.

Non è ammessa la presentazione di più domande da parte dello stesso nucleo familiare e in caso di presenza di più figli con la stessa patologia è sufficiente un’unica richiesta. Le domande per l’ammissione alla misura di sostegno economico devono essere presentate dalla famiglia del minore al proprio Comune di residenza utilizzando il modello allegato all’avviso che è reperibile nel sito istituzionale di ogni ente. E possono essere inviate a mezzo raccomandata oppure tramite posta certificata.

Alla scadenza del bando, 20 settembre, la commissione intercomunale verifica i requisiti di ammissibilità delle domande e viene formulata una graduatoria delle istanze che saranno finanziate fino a esaurimento delle risorse.

Calendario:

  • 1° settembre 2023: Inizio del periodo di rimborso delle spese
  • 20 settembre 2024: Scadenza del bando

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*