Dimissioni Guarducci, Presidente Casciarri, inammissibile mozione di centrodestra

Sarà data comunicazione nella prossima conferenza dei Capigruppo

 
Chiama o scrivi in redazione


Dinamiche politiche Assisi, colpo di pedale di Proietti, vedremo sviluppi

Dimissioni Guarducci, Presidente Casciarri, inammissibile mozione di centrodestra

da Donatella Casciarri (Il Presidente del Consiglio Comunale)
ASSISI – Lunedi 24 luglio 2017, è pervenuta al protocollo del Comune di Assisi una mozione in cui i Capigruppo Consiliari Giorgio Bartolini e Moreno Fortini ed il Consigliere Comunale Emidio Fioroni chiedono al Consiglio Comunale di pronunciarsi, invitando il Sindaco Stefania Proietti a revocare le deleghe all’Assessore Eugenio Guarducci.

Dal momento che la nomina degli assessori è una prerogativa del Sindaco sancita dall’art. 46 del T.U.E.L. – D.L. 267/2000 –  e non rientra tra i compiti attribuiti dallo stesso T.U.E.L. al Consiglio Comunale – art. 42 –  è  stata inviata questa mattina via pec dal Presidente del Consiglio Comunale Donatella Casciarri ai Capigruppo Consiliari Giorgio Bartolini e Moreno Fortini e al Consigliere  Emidio Fioroni, la comunicazione di seguito riportata:

“In riferimento alla mozione di cui all’oggetto, preciso che le mozioni sono regolamentate dall’art. 25 del Regolamento Adunanze del Consiglio Comunale e Commissioni Consiliari (approvato con D.C.C. nr. 27 del 27/04/2017). Lo stesso art. 25 prevede al comma 6 che “la mozione consiste in una proposta, sottoposta alla decisione del Consiglio Comunale, nell’ambito delle competenze per lo stesso stabilite dalla legge e dallo statuto, riferita all’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo, alla promozione di iniziative e interventi…..”

La mozione in oggetto, riguarda una materia sottratta alla competenza del Consiglio, in quanto la nomina (revoca o sostituzione) degli Assessori, è di esclusiva competenza del Sindaco e di conseguenza anche se il Consiglio dovesse esprimersi il Sindaco potrebbe prendere autonomamente la decisione che ritiene più opportuna.

Per i motivi sopra esposti, sentito il Segretario Generale, come stabilito dall’art. 25 Regolamento Adunanze del Consiglio Comunale e Commissioni Consiliari,  Le comunico la inammissibilità della mozione di cui all’oggetto e ne darò comunicazione nella prossima conferenza dei Capigruppo.“

2 Commenti

  1. Certamente non sarò io a difendere Guarducci, siamo sempre stati politicamente su sponde opposte, tuttavia e perché non ho sentito da nessuno, critiche sul merito dell’iniziativa, sento di doverla sostenere.
    Certo tutto e migliorabile ma non si può sempre gettare il figlio con l’acqua sporca, questa è la prima edizione, spero ce ne saranno altre e allora si dovrà aprire un bel dibattito su i luoghi e i tempi dell’organizzazione.

  2. Certamente non sarò io a difendere Guarducci, siamo sempre stati politicamente, su sponde opposte, tuttavia e perché non ho sentito da nessuno, critiche sul merito dell’iniziativa, sento di doverla sostenere.
    Certo tutto e migliorabile ma non si può sempre gettare il figlio con l’acqua sporca, questa è la prima edizione, spero ce ne saranno altre e allora si dovrà aprire un bel dibattito su i luoghi e i tempi dell’organizzazione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*