Progetto Smash! – Un salto verso una merenda sana e divertimento per gli studenti di Assisi 1

Un evento di sport e giochi culmina con una merenda nutriente preparata dall'Istituto Alberghiero di Assis

Progetto Smash! Un salto verso una merenda sana e divertimento

Progetto Smash! Un salto verso una merenda sana e divertimento per gli studenti di Assisi 1

Il 6 giugno 2024, il campo sportivo di Rivotorto di Assisi è stato teatro di un evento straordinario. Gli studenti della Scuola Primaria e dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo ‘Assisi 1’ hanno partecipato a una giornata all’insegna dello sport, dei giochi e del divertimento. Questo evento faceva parte del “Progetto Smash! Giovani per lo sport e la partecipazione sociale”, un’iniziativa finanziata dall’Unione Province d’Italia (UPI) e gestita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il progetto, guidato dalla Provincia di Perugia, è nato dalla collaborazione tra enti pubblici, associazioni e istituti scolastici. La consigliera della Provincia di Perugia, con delega alle Politiche nelle materie di programmazione rete scolastica, e la dirigente scolastica di Assisi 1, Grazia Maria Cecconi, hanno accolto i giovani partecipanti.

L’evento, intitolato “Di corsa verso la merenda”, ha avuto come tema principale l’importanza del movimento, dello sport e di una sana alimentazione. Gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Assisi hanno preparato una merenda nutriente seguendo i principi di una dieta sana.

L’Istituto collabora da circa 12 anni con la società calcistica dilettantistica San Marco Juventina di Perugia per promuovere un’alimentazione adeguata tra i giovani atleti. Quest’anno, quando è stato proposto di partecipare al Progetto Smash!, gli insegnanti hanno risposto con entusiasmo. La dirigente scolastica Bianca Maria Tagliaferri ha sottolineato l’importanza di promuovere un’alimentazione corretta fin dalla primaria, per garantire una crescita sana. Con eventi come questo, l’obiettivo è di sensibilizzare i giovani e le loro famiglie sull’importanza di uno stile di vita sano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*