Difficoltà parcheggio e abitanti Centro, diritto dei possessori abbonamento

Deve sempre garantita la possibilità di avere a disposizione un posto per la propria auto

 
Chiama o scrivi in redazione


Consiglio regionale approva delocalizzazione Ex Fonderie Tacconi

Difficoltà parcheggio e abitanti Centro, diritto dei possessori abbonamento

di Stefano Pastorelli
Ci giungono segnalazioni da parte degli abitanti del Centro Storico di Assisi riguardanti difficoltà di parcheggio nei parcheggi di SABA Italia, soprattutto in questo periodo di alta affluenza turistica, in quanto ci riferiscono che ai possessori di abbonamento non venga garantito il posto auto rendendo di fatto alquanto complicato, se non impossibile, parcheggiare.

Crediamo che ai residenti, soprattutto se possessori di abbonamento, debba essere SEMPRE garantita la possibilità di avere a disposizione un posto per la propria auto, anche in considerazione del fatto che SABA Italia agisce tramite concessione comunale; siamo altresì convinti che tale problematica si riallacci all’annosa questione della vivibilità cittadina del Centro Storico assisano, ridotto oramai a mera “bomboniera per turisti”.

Invero il tema dei parcheggi per i residenti è uno degli aspetti connessi alla vivibilità di basilare importanza ed in questi anni non è stato minimamente affrontato dall’attuale amministrrazione, basti pensare al rinnovo della concessione a SABA Italia, un paio di anni fa, per la gestione del parcheggio di Piazza Matteotti.

Siamo andati a riguardare gli interventi di allora delle forze politiche assisane, a commento di questo accadimento, ed oltre ad un nostro comunicato con cui facevamo presenti le incredibili motivazioni poste alla base di tale rinnovo, avvenuto secondo noi “a scatola chiusa”, abbiamo ritrovato un “interessante” commento dell’allora forza di opposizione (!?!?), il Movimento 5 Stelle Assisi, che così commentava quelle stesse “fantasiose” motivazioni, ragion per cui si era dato corso al suddetto rinnovo da parte dell’amministrazione comunale:

“E infatti, a dimostrazione di ciò, in Consiglio Comunale abbiamo davvero dovuto sentirne di tutti i colori nelle risposte alle nostre IRRITATE rimostranze. Che un amministrazione comunale non è in grado di gestire direttamente un parcheggio, quando in molte delle maggiori città italiane i parcheggi sono gestiti da società “in house” e contribuiscono in maniera determinante alle entrate extra-tributarie nel bilancio dei comuni, che il parcheggio del Tiro a Segno, già del comune, dimostra che i parcheggi non sono redditizi, cosa alla quale abbiamo risposto con una RISATA anche a nome di TUTTI VOI CITTADINI, che poi ci saremmo dovuti accollare la manutenzione, come se SABA Italia fosse una ONG filantropica che va regalando manutenzioni in giro per il mondo.”

  • Inutile dire che condividiamo e “facciamo nostra”, ora come allora, ogni singola parola dei nostri “amici” pentastellati, chissà invece se oggi loro le riscriverebbero, ma questa è evidentemente un’altra storia.

La Lega in qualità di forza politica di maggioranza in Regione Umbria, ha contribuito ad impegnare notevoli somme di quelle previste per i progetti del PNRR Regionale  in favore della crescita e sviluppo della città di Assisi ed uno dei punti cardine, oltre alla riqualificazione, valorizzazione e ristrutturazione del nostro ospedale, è rappresentato proprio dal progetto di “mobilità sostenibile” del centro Cittadino, attraverso la creazione di servizi totalmente elettrici di mobilità, strutturati e realizzati in piena sintonia tra residenti, commercianti e visitatori, con l’intento di creare un circolo “virtuoso” tra vivibilità e sostenibilità ambientale.

Detto ciò, nell’interesse della nostra comunità, il quale guida sempre ogni nostro intervento, auspichiamo che chi di dovere intervenga immediatamente per risolvere il problema dei parcheggi segnalatoci dai residenti del Centro Storico di Assisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*