In Assisi trasparenza e legalità non sono di casa

Assisi, è tutto fermo, amministratori incapaci di spendere quanto avuto in regalo

In Assisi trasparenza e legalità non sono di casa

da Giorgio Bartolini
All’albo pretorio del comune di Assisi risulta pubblicata dal 3 al 18 aprile 2018, in grave ritardo di ben 5 mesi, la determinazione del 12 dicembre 2017. Il documento è relativo a una spesa dell’importo di 3.471 euro usati per finanziare l’evento “Universo Assisi 2017”.

Premesso che questa manifestazione, svoltasi tra l’altro anche presso il “Mortaro” del Subasio, ha avuto luogo dal 20 al 23 luglio 2017, risulta evidente che qualcosa non ha funzionato. Infatti l’impegno di spesa, per legge obbligatorio prima dell’effettuazione della stessa, in questo caso è stato preso a dicembre, cioè dopo 5 mesi dall’evento e non prima.

Leggi anche: Universo Assisi, ecco le linee guida per l’edizione 2018 [VIDEO]

Il costo di questa infausta manifestazione (che nessuno ha digerito, salvo il solito codazzo di “aficionados”, perché zero ha portato di contributo al turismo) è stato di 350.000 euro. Tale ulteriore impegno di spesa va ad aggiungersi a questo budget faraonico. Sorge quindi più di un dubbio sul costo complessivo di questo inutile evento, che purtroppo l’amministrazione ha già programmato anche per il 2018, dimenticando il detto che “sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico”.

La vicenda ci autorizza a sollevare qualche interrogativo ancor più inquietante: dov’è andata a finire la tanto sbandierata TRASPARENZA? E ancora: che fine ha fatto la LEGALITÀ sempre invocata  dalla giunta rossa a guida Proietti? Ciascuno può farsi un’idea e rispondersi come può, in attesa che la sindaca e la sua giunta forniscano qualche spiegazione.

 

 

1 Commento

  1. Ma perchè, se si hanno tutte queste certezze di illegalità o illecito, non si ricorre alla Procura di Perugia con una denuncia????? Viene da pensare che allora non ci sia fondamento…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*