Giornata internazionale delle persone con disabilità, l’impegno del comune di Assisi

Giornata internazionale delle persone con disabilità, l’impegno del comune di Assisi “Assisi sceglie la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità – ha dichiarato il sindaco di Assisi, Stefania Proietti – proclamata nel 1992 dalle Nazioni Unite (ndr ieri 3 dicembre) per annunciare le scelte che l’amministrazione della Città Serafica ha compiuto per promuovere i diritti e il benessere delle persone con disabilità e per trasformare la città di San Francesco in una “Assisi Accessibile”.
“E’ proprio questa una delle deleghe affidate, nello scorso aprile, al dottor Massimo Paggi con l’obiettivo preciso di iniziare un percorso irreversibile di trasformazione in positivo della nostra città, per renderla accessibile a tutti, un percorso complesso per la nostra Città, che ha un importante centro storico e una significativa vastità territoriale, ma irrinunciabile per una terra che, oggi più che mai, vuole ispirarsi ai valori fondanti del Santo che è stato vicino ai piccoli, ai fragili, agli emarginati”.  Oltre ad un assessorato dedicato alle persone con disabilità, l’amministrazione Proietti ha convogliato e investito risorse pubbliche nel superamento delle barriere architettoniche: “E’ la prima volta nella  storia dell’amministrazione comunale di Assisi: destinare soldi pubblici per le persone svantaggiate pensando alla loro qualità della vita è un obbligo morale di ogni amministratore”.
Infatti nel bilancio 2019 (che il consiglio comunale approverà entro Natale) ci sono 156mila euro per il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati che si vanno ad aggiungere agli oltre 240mila stanziati nel 2018, grazie al finanziamento giunto dalla Regione Umbria in ottemperanza alla legge statale n.13 del 1989.  Questi finanziamenti si sommano a quelli stanziati dal Comune di Assisi che, a partire dal  2017, unico in Umbria, aveva deciso di mettere propri fondi destinando una somma di 50mila euro per contribuire alla soluzione del problema delle barriere architettoniche per famiglie che attendevano questi contributi statali dal lontano 2006.

Ancor più strategico è l’investimento in riforme strutturali: nel bilancio 2019 vengono stanziati 130mila euro per il PEBA, il Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche nelle opere pubbliche esistenti e nella città, oltre allo stanziamento di un primo stralcio di opere da eseguire per rendere accessibile il Centro Storico.

“Vogliamo partire dal centro storico – ha spiegato Stefania Proietti – perché iniziare a renderlo accessibile a tutti è l’operazione più difficile, e quindi più sfidante in termini progettuali e realizzativi, ma anche quella che darà le maggiori soddisfazioni: avere una Assisi accessibile per i nostri cittadini e per tutti quei cittadini temporanei che sono i milioni di turisti, pellegrini, visitatori che si recano nella nostra città, può diventare un gesto apripista e di esempio anche per altre città storiche.”

L’impegno nella progettazione di tutte le nuove opere pubbliche è all’insegna dell’Universal Design, con soluzioni innovative legate ai trasporti ma anche alla mobilità alternativa. “Il tutto prendendo spunto da eccellenze che abbiamo il privilegio di avere nel nostro territorio – ha concluso il Sindaco – come la punta di diamante rappresentata dall’Istituto Serafico che da quasi 150 anni è un modello nella riabilitazione, nella ricerca e nell’innovazione medico scientifica per i ragazzi con disabilità plurime, e che costituisce per noi motivazione a un sempre maggiore impegno nella direzione dell’inclusione e dell’attenzione ai più fragili. Siamo vicini e ringraziamo la presidente Francesca Di Maolo e tutte le donne e gli uomini – ragazzi, operatori, dirigenti, medici, ricercatori, amministratori – che fanno grande il Serafico che sabato scorso ha inaugurato la nuova Residenza Vendramini ed il Teatro “Sergio Goretti”: come ogni giorno, al servizio dei più fragili, con il sorriso, e la forza della speranza”.

 

Eventi in Umbria

1 Commento

  1. Ma se l’ assessore è il dott. Massimo Paggi perché l’ articolo lo fa il sindaco? Perché è lei che partecipa ai dibattiti ed è sempre in prima pagina? Ma gli assessori che ci stanno a fare? Ragazzi un po di orgoglio e dignita’ politica…e la Marini ultimamente è sempre ad Assisi…con qualche grande imprenditore….con il vescovo…grandi manovre in vista delle regionali 2020?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*