Traffico nel centro storico: meno veicoli, calano le multe per divieto di sosta

Traffico nel centro storico: meno veicoli, calano le multe per divieto di sosta

In seguito alla nuova regolamentazione della viabilità (zona a traffico limitato) nel centro storico di Assisi partita il 29 giugno e in vigore fino al 6 gennaio 2020, è indispensabile tracciare un primo bilancio a distanza di quindici giorni. La nuova disciplina in via di sperimentazione si è resa necessaria anche a fronte della notevole presenza di pedoni che affollano le strade, le piazze e i vicoli della città.

Le novità riguardano i giorni di traffico da bollino rosso e quelli da bollino giallo, individuati a seconda della presenza di eventi, flussi turistici e particolari manifestazioni. Ovviamente negli altri giorni la circolazione resta invariata quindi rimangono in vigore gli stessi orari e le stesse regole di prima.

Come accade in tutte le città d’arte da tempo i centri storici vengono interdetti alle auto per una maggiore fruibilità da parte dei visitatori e dei residenti, per garantire più sicurezza e per ridurre l’inquinamento.

Per questi motivi la giunta guidata dal sindaco Stefania Proietti ha deciso in via sperimentale di chiudere Piazza del Comune per tutte le 24 ore, possono transitare solo i mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine.

Una prima sperimentazione della chiusura del centro storico era stata introdotta dal 25 aprile al 1° maggio, quando la città presentava un ingente flusso di turisti (maggiore del 2018), ora con questa nuova disciplina i primi quindici giorni di luglio, periodo di bassa stagione, hanno registrato un calo del 30 per cento del traffico veicolare in via Portica. Questa via particolarmente congestionata presentava una media di 1620 veicoli al giorno, oggi si sono ridotti a 1020.

Altro dato interessante è la diminuzione del 40% delle multe per divieto di sosta in centro storico sempre in queste prime due settimane di nuova regolamentazione (da 223 a 131).

Un altro elemento emerso in questo breve periodo di sperimentazione: il numero dei veicoli che sono entrati nel centro storico è calato del 20%, il dato è stato registrato dai dispositivi contatraffico posizionati all’ingresso di via Merry del Val, Largo Properzio, via del Torrione, viale Marconi, via Porta Perlici e via Portica.  Nel luglio del 2018 sono entrati e hanno attraversato la città 150mila veicoli, con una media di 5 mila al giorno.

In estrema sintesi questo il quadro della nuova regolamentazione:

  • nei 38 giorni da bollino ROSSO dalle 10 alle 20 entrano solo i 750 residenti, oltre alcune categorie limitate.
  • nei 46 giorni da bollino GIALLO dalle 10 alle 20 entrano coloro che sono in possesso di un permesso per la ztl (1580)
  • Al di fuori di questa fascia oraria e negli altri giorni resta in vigore la precedente

normativa, vale a dire ztl nei giorni feriali chiusa dalle ore 10.30 alle ore 12.30, dalle ore

14.30 alle ore 18.00 e dalle ore 22.00 alle ore 05.00.

A novembre tranne il ponte dei morti nel centro storico è in vigore la vecchia disciplina.

Va ricordato che a fronte della nuova regolamentazione del traffico la giunta comunale ha elaborato una serie di tariffe agevolate per favorire l’utilizzo dei parcheggi. Il pacchetto può considerarsi senza dubbio un efficace strumento di promozione del territorio, per esempio delle attività economiche che hanno sede dentro e fuori le mura, e un forte incentivo alla frequentazione del centro da parte di tutte le categorie, a cominciare dai residenti nel territorio comunale, per i motivi più disparati.

Queste in sintesi le misure adottate:
1)      TARIFFA RIDOTTA PER I RESIDENTI: E’ estesa a tutto l’anno la tariffa a 0,70 euro/ora del parcheggio di Piazza Matteotti per i residenti di tutto il territorio comunale. L’agevolazione già prevista in determinate fasce ora è full time per l’intero anno, negli altri parcheggi è valida dal lunedì al venerdì, escluso agosto, e in inverno tutti i giorni.

2)      GRATIS I PRIMI 20 MINUTI PER TUTTI: Periodo di sosta gratuito per i primi 20 minuti per tutti gli utenti del parcheggio di Piazza Matteotti. Una misura questa per favorire chi accompagna i bambini e ragazzi a scuola e in genere per tutti i cittadini che necessitano di una permanenza limitata.

3)      TICKET ORARI PER TUTTI I PARCHEGGI: Sempre con l’obiettivo di incentivare la frequentazione del centro storico di Assisi sono stati pensati ticket di sosta, con validità di 1 e 2 ore, utilizzabili presso i parcheggi Matteotti, Giovanni Paolo II, Porta Nuova e Mojano. I ticket potranno essere acquistati in pacchetti da 50 unità dalle attività commerciali con partita Iva, aderenti a Confcommercio e Federalberghi, per poi essere da queste ceduti gratuitamente ai propri clienti. Le tariffe che saranno applicate ai commercianti sono di € 1,10 per i ticket da 1 ora e di € 2,20 per i ticket da 2 ore.

4)      TICKET NOTTURNI PER TUTTI I PARCHEGGI: Per le esigenze di un’utenza che vuole godersi il centro storico di sera sono stati studiati, sempre per tutti i parcheggi della città, dei ticket con validità di 4 ore, dalle 19.30 alle 23.30 al costo di € 2,50, acquistabili dagli operatori commerciali sempre in pacchetti da 50 unità e ceduti gratuitamente ai propri clienti.

Le ultime due formule flat sono state proposte da Confcommercio e Federalberghi e la giunta comunale le ha condivise e deliberate con l’obiettivo di attrarre più utenza nelle strutture commerciali.

“Questi primi quindici giorni di applicazione della nuova ordinanza sperimentale sul traffico –  ha affermato durante la conferenza stampa il vicesindaco Valter Stoppini che ha la delega alla viabilità – sono stati attentamente monitorati non solo per quanto riguarda i dati ma anche e soprattutto nel dialogo con le persone, in particolare i residenti, le associazioni di categoria, i portatori di interessi del centro storico.

Grazie all’interlocuzione con i cittadini stiamo valutando alcuni aggiustamenti, la nostra volontà è quella di rendere Assisi più vivibile salvaguardando i residenti e i turisti nel rispetto della sicurezza dei pedoni e dell’ambiente”.

 

2 Commenti

  1. Propaganda…..è facile farla.
    Oltre alle multe (facile farle calare) sono calati anche i turisti…..questo è il problema.
    La butto lì…ma il Parcheggio San Giacomo gratis per i proprietari di immobili o a un prezzo calmierato no??

  2. sicuramente il traffico veicolare è calato perché non si può passare quindi è nella logica non credo che occorrano i conta passaggi.si deve anche pensare che il calo può incidere anche ad un diminuzione degli introiti delle attività commerciali non collegate al turismo che impongono ai cittadini esterni ad andare a fare la spesa fuori assisi ma a nessuno interessa. quello che non capisco sono i 750 permessi residenti mi piacerebbe sapere quante sono le persone residenti entro le mura per rendermi conto grazie per l’eventuale notizia che qualcuno può darmi. bisognerebbe anche educare i turisti a lasciare libere le strade, quando sono transitabili, usando quelli che ad Assisi e non solo si chiamano marciapiedi che sono sempre vuoti come fanno in tutte le città anche turistiche come prevede il codice della strada usato solo quando fa comodo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*