Il PD Assisi risponde alle accuse a Claudia Travicelli sull’assessorato di Paola Vitali

 
Chiama o scrivi in redazione


Il PD Assisi risponde alle accuse a Claudia Travicelli sull’assessorato di Paola Vitali

A pochi giorni dalla nostra risposta al capogruppo della Lega in Regione, Stefano Pastorelli, ci troviamo a dover rispondere alla signora Claudia Travicelli sullo stesso argomento: la nomina del nuovo assessore del Comune di Assisi.

Bene. Iniziamo col dire che l’acume di “alcuni” politici locali che pensano di conoscere dinamiche politiche di altri partiti e/o coalizioni non ci sorprende. Siamo consapevoli che la presunzione e la sicumera di “alcuni” possa esercitare, momentaneamente, una certa presa.

Fare citazioni autorevoli, probabilmente atte a sorprendere, non significa affatto aver capito cosa sia avvenuto ma solo averlo interpretato a proprio comodo.

Saremo chiari anche questa volta ma non per spiegarlo agli “alcuni” ma per ribadirlo ai nostri sostenitori, ai sostenitori del Partito Democratico e non solo. Si, perché hanno diritto di essere informati e di essere tutelati da accuse ed interpretazioni errate.

La scelta di nominare il nuovo assessore (almeno questo gli “alcuni” lo sanno) spettava al PD, prassi vuole che si facciano alcuni nomi su cui poi il sindaco farà ricadere la sua scelta. Dovrebbe essere chiaro per tutti che i nomi fatti sono di area PD.

Ora, capiamo che gli “alcuni” vogliano cavalcare strumentalmente divisioni e/o altro ma la sintonia e la visione d’intenti comune allo schieramento di governo è fin troppo palese.

Il PD è un partito che sta riacquisendo una centralità nel panorama nazionale e regionale e locale, capisco la preoccupazione degli “alcuni”. Ma se ne dovranno fare una ragione.

Anche qui, in Assisi, stiamo recuperando la nostra forza che sono la solidarietà e l’inclusione con la dialettica e il confronto. È un percorso articolato ma ci permetterà di intercettare le migliori persone della vita associativa e sociale, che con noi potranno esprimere il meglio di loro stessi.

Il nostro compito è stare tra la gente, dialogare con tutti. Questo è quello che abbiamo sempre fatto e vogliamo seguitare a fare.

Ribadiamo di nuovo che il nostro sostegno all’attuale amministrazione è di tipo attivo e convinto (esprimiamo 3 assessori su 5). Finora abbiamo lavorato in silenzio, perché siamo abituati a parlare con i fatti, che sono molti ma altri verranno.

Siamo convinti che questa amministrazione abbia lavorato bene per la città ed il territorio e ribadiamo (sembra che gli “alcuni” facciano finta di non capire) il sostegno alla candidatura di Proietti Stefania alle prossime elezioni comunali.

Tutta la squadra degli assessori e dei consiglieri è compatta nel sostenere questa candidatura.

Assisi è nei nostri progetti e non solo, è il simbolo dell’inclusione e del sostegno, aspetti che riguardano il nostro lavoro anche per i 10 anni. Tutto il Partito Democratico, anche regionale, si adopererà per sostenere la candidatura di Stefania Proietti.

Ci scusiamo con gli “alcuni” se siamo stati ancora una volta scarni di “quantità” di parole e citazioni ma tant’è. Ci interessa più la sostanza.

dal Partito Democratico Assisi

3 Commenti

  1. Ma perché rispondere agli “alcuni”, dato che sono sempre loro a sollevare questioni solo per il gusto di proporsi ogni tanto per non far dimenticare che esistono. Suggerirei agli “alcuni”, anzi ai “pochissimi”, di eliminare queste estemporanee sortite, non ci fanno una bella figura.

  2. “Qui iure suo utitur neminem laedit”.
    C’è poco da fare, gli “alcuni” rimangono tali, l’importante per loro non è la motivazione, ma solo il fatto di denigrare.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*