Da Tokyo ad Assisi: adesso il sushi parla umbro

 
Chiama o scrivi in redazione


Da Tokyo ad Assisi: adesso il sushi parla umbro

Da Tokyo ad Assisi: adesso il sushi parla umbro

La scommessa vincente di Matteo nell’anno della pandemia che unisce il più popolare sapore d’Oriente alle specialità nostrano Estrapolare il concetto di sushi e riadattarlo con creatività ai sapori di una terra ricca di prodotti d’eccellenza e regina della gastronomia: l’Umbria.


Fonte DoppiaEffe Comunicazione


E’ esattamente quel che succede a “Sushi Umbro”, ristorante nel cuore di Assisi, che ha aperto i battenti tra la prima e la seconda ondata del Covid-19 su iniziativa del 37enne spoletino, Matteo.

Nonostante le difficoltà del periodo caratterizzato dalle restrizioni per contenere la diffusione della pandemia nel nostro Paese, “Sushi Umbro” è diventato a tempo record un punto di riferimento non solo per i clienti della Regione ma anche per i turisti che arrivano nella cittadina umbra da ogni parte del mondo.

NGUASTITO, BACIO PERUGINO, SPERAVO DI ARRIVARE ALLE MARMORE, AMICO DI FRANCESCO, solo alcuni dei nomi dei piatti, morbidi roll di riso, tutti diversi tra loro con un must da rispettare: in ciascun roll non può mancare un prodotto rigorosamente umbro. Alla base, ricerca della qualità, certezza della provenienza e ingredienti genuini che, uniti tra loro, danno origine ad un’esplosione di gusto e sapore unici. Ultimi arrivato “50 SFUMATURE DI LEGUME”, roll vegano che nasce dall’incontro “magico” tra patè di lenticchie di Castelluccio, Fagiolina del Trasimeno e olio al rosmarino; “COSTANO MON AMOUR”, crema di porchetta di Costano, crosta di porchetta e mayonese al wasabi.

Vere e proprie creazioni culinarie, realizzate con maestria dallo Chef, che seguono una regola fondamentale: tutti gli ingredienti devono essere complementari tra loro ma, allo stesso tempo, ogni prodotto all’interno del roll deve risaltare come singolo.

“Durante il primo lockdown i supermercati venivano saccheggiati, mancava sempre il lievito e la farina – spiega il proprietario Matteo – ho provato a fare la pizza e il pane, come tutti, poi ho pensato di provare col sushi. È sempre stata una mia passione, ho iniziato seguendo tutorial online e acquistando materiali utili nei negozi”.

“Il sushi umbro nasce da un’idea sviluppata in corso d’opera – continua – con l’obiettivo di promuovere i prodotti del nostro territorio, ho iniziato a inventare ricette, combinazioni e salse, assaggiandole prima con amici e parenti. Da subito ho avuto un buon riscontro, così ho deciso di trasferire nel menù queste novità”.

“Sushi Umbro”, Oriente e Italia si incontrano nella magia di Assisi! 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*