Guasto della pubblica illuminazione in centro storico, in corso i lavori di riparazione

Guasto della pubblica illuminazione in centro storico, in corso i lavori di riparazione

In questi giorni un importante guasto ha interessato la rete di pubblica illuminazione del centro storico di Assisi, come noto dal 1998 di competenza e gestione di Enel Sole. La ditta responsabile delle manutenzioni per conto di Enel si è prontamente attivata, a seguito delle segnalazioni da parte del Comune, per le riparazioni.

Tuttavia le condizioni meteorologiche particolarmente avverse hanno contribuito a peggiorare la situazione di questi impianti particolarmente vetusti che sono di proprietà e competenza Enel. A seguito delle molteplici sollecitazioni da parte del Comune, del Sindaco Stefania Proietti in prima persona, Enel Sole si è attivata per una completa sostituzione del tratto di rete elettrica e dei quadri.

Nel frattempo la ditta sta effettuando le manutenzioni straordinarie che hanno consentito la riaccensione dell’impianto, lavorazioni che sono necessariamente effettuate di giorno e richiedono l’accensione della pubblica illuminazione in orario diurno.

Proprio nel corso dell’esecuzione dei lavori di manutenzione, si rende tipicamente necessario accendere i punti luce per effettuare verifiche e controlli, è questo il motivo per cui si verificano luci pubbliche accese di giorno, proprio nei tratti spenti per guasto di notte.

Anche oggi, come nei giorni scorsi, i tecnici sono al lavoro nella zona San Pietro dove anche stanotte si è nuovamente verificato un guasto. Questa situazione non ha nulla a che vedere con gli interventi di risparmio energetico, come inopinatamente scritto dalla Lega di Assisi, che ancora una volta non perde occasione per puntare il dito esclusivamente contro il Sindaco di Assisi, come se fosse anche il capo elettricista del Comune.

Si stigmatizza anche il tentativo da parte della Lega di creare un procurato allarme volendo collegare guasti tecnici e risparmio energetico a due effrazioni, peraltro avvenute con luci accese, come si è potuto già rilevare dalla rete comunale di telecamere di video sorveglianza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*