Coronavirus  su ordinazione i fiorai possono portare i fiori al cimitero

 
Chiama o scrivi in redazione


Riaprono i cancelli dei 13 cimiteri di Assisi, lunedì 4 maggio comincia fase 2

Coronavirus  su ordinazione i fiorai possono portare i fiori al cimitero

Di fronte all’emergenza coronavirus e all’impossibilità dei cittadini di recarsi al cimitero, l’Amministrazione comunale ha deciso, anche alla luce delle ultime disposizioni (nota del 18 aprile del ministero dell’Interno, di autorizzare i fiorai e florovivaisti con sede nel Comune di Assisi a portare per conto dei cittadini che ne fanno richiesta fiori sulle tombe e sulle lapidi dei defunti.

L’accesso al cimitero, previo appuntamento telefonico con l’Ufficio comunale incaricato (075-8138455/450/431), sarà consentito esclusivamente ai titolari di esercizi commerciali, nel rispetto delle prescrizioni previste dalle disposizioni normative in tema di contenimento rischi di contagio, con guanti e mascherina, per un massimo di 2 persone della ditta incaricata, mantenendo in questo caso il corretto distanziamento sociale. Il servizio avrà inizio a partire da domani 23 aprile e dovrà essere svolto secondo i giorni e gli orari stabiliti.

L’elenco delle attività a cui i cittadini possono far riferimento per tale servizio verrà  pubblicato sul sito del Comune di Assisi www.comune.assisi.pg.it; l’elenco potrà essere aggiornato con le altre aziende che vorranno assicurare questo tipo di servizio, rivolgendosi sempre agli stessi numeri telefonici.

“L’Amministrazione comunale – ha affermato il sindaco Stefania Proietti – vuole essere vicina ai cittadini che in questo periodo di emergenza a causa del Covid-19 non possono recarsi al cimitero a far visita ai propri cari. Questo servizio abbiamo deciso di attuarlo, visto anche la recente apertura delle attività legate alla commercializzazione dei fiori, per permettere a chi lo desidera di far posare un fiore sulla tomba o la lapide di un proprio caro. Un segno di rispetto in più per la memoria dei nostri defunti e per i nostri cittadini che vogliono onorare i loro cari. Già il giorno di Pasqua abbiamo voluto apporre davanti al cancello di ogni cimitero una ghirlanda come omaggio al ricordo dei nostri morti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*