Fratelli d’Italia attacca Italo Rota e sindaca di Assisi Stefania Proietti

Fratelli d'Italia attacca Italo Rota e sindaca di Assisi Stefania Proietti
italo rota e giunta

da Serena Morosi – Portavoce FDI Assisi
Fratelli d’Italia attacca Italo Rota e sindaca di Assisi Stefania Proietti Nella Deliberazione di Giunta n.77 del 23.04.2018 si legge che nello stesso giorno, con lettera recepita al Prot. Generale del Comune al n.18468, l’arch. Italo Rota ha rassegnato le proprie irrevocabili dimissioni dalla carica di Assessore alle seguenti materie: Forma, Rigenerazione Sostenibile della Città, del Sistema Ecoculturale e del Paesaggio. Per opportuna conoscenza informiamo i Signori Cittadini che a seguito del Comunicato Stampa di FDI di denuncia dell’Assenteismo dell’Assessore Rota (21.03.2018), la Giunta ha discusso altri 29 atti deliberativi, nei quali l’assessore in carica Rota è SEMPRE RISULTATO ASSENTE. Sulla questione non è ammissibile il silenzio del diretto interessato, il quale non si è minimamente preoccupato di inviare note ufficiali a giustificazione del proprio assenteismo, ma ancor più della Maggioranza.

LEGGI ANCHE: Fratelli d’Italia denuncia assenteismo Italo Rota

Abbiamo certamente apprezzato le dimissioni, ma non possiamo esimerci dal puntualizzare che, specie in un periodo di crisi come quello attuale, è moralmente inammissibile che lo stesso abbia percepito circa 10.000 € concludendo il proprio mandato con il 100% di assenza dalla Giunta a guida Proietti, Sindaca che con la connivenza dei “suoi” Assessori tra flop culturali, missioni varie e indennità di funzione in nemmeno due anni di Governo della Città ha sperperato fin troppo!!! Ciò non fa che confermare l’assoluta mancanza di rispetto nei confronti delle Istituzioni e dei Cittadini della squadra a trazione PD.

Ma come in una commedia di Feydeau, nella quale quando un protagonista entra dalla porta due ne escono della finestra, l’armonia e l’equilibrio a quanto pare sembrerebbero momentaneamente ristabiliti: confidiamo che, con l’ingresso in Giunta dei neo Assessori Capitanucci e Paggi, l’organo collegiale inizi a marciare nel rispetto dei principi etici e della legalità. Non pecchiamo di presunzione se affermiamo che i nostri “illustri” Amministratori hanno in varie occasioni “aggiustato” il tiro o sono corsi ai ripari nel tentativo di sanare situazioni pericolose anche dal punto di vista della legalità solo a seguito di quanto evidenziato dall’opposizione!!! A tal proposito torneremo anche a riferire ed informare – per trasparenza – quanto accaduto dopo la denuncia di incompatibilità riguardo la figura del Segretario Generale Controllore – Controllato dott. Proietti…

Del resto che l’Avv. Matarangolo, punta di diamante della Maggioranza in Consiglio Comunale per esperienza politica e specificità culturale e personale, nonché rispettato professionista, abbia preso le distanze da una tale squadra di (mal)governo, non ci ha meravigliato!

Questa Amministrazione aveva promesso trasparenza, istituito addirittura un Assessorato a preposto a tale scopo, ma gli slogan della campagna elettorale hanno lasciato spazio ad altri giochini e il Palazzo di cristallo si è ben presto opacizzato: se, ad esempio, non avessimo sollevato rumore mediatico per i flop culturali o, come ricordato sopra, per l’assenteismo di Rota o per l’incompatibilità e il non rispetto della normativa anti corruzione per la figura del Segretario Comunale, nel silenzio assordante di tutta la squadra di Governo, i Cittadini sarebbero stati inconsci spettatori di un ordine apparente!

La gestione della res publica è cosa seria: oltre le denunce di dilettantismo e incapacità, FDI ha evidenziato gravi responsabilità politiche nelle “ambigue” scelte operate dalla Sindaca, ma dal Palazzo tutto tace e si continua a far buon viso a cattivo gioco e a presenziare… Ma l’alibi del rodaggio non tiene più e il vaso di Pandora è stato scoperchiato!

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*