Olimpiadi dei giochi dimenticati, al Bosco di San Francesco

Olimpiadi dei giochi dimenticati, al Bosco di San Francesco

Olimpiadi dei giochi dimenticati, al Bosco di San Francesco Tiro alla fune, rubabandiera, corse con i sacchi, un due tre stella e tanti altri passatempi di una volta saranno i protagonisti di una giornata di festa proposta dal FAI – Fondo Ambiente Italiano per far scoprire o rivivere il piacere del fare squadra, della sfida leale, dell’amicizia e del divertimento in compagnia. Domenica 27 maggio 2018, dalle ore 10 alle 18.30, al Bosco di San Francesco, Bene della Fondazione ad Assisi (PG), i bambini, accompagnati dalle loro famiglie, potranno partecipare alle Olimpiadi dei giochi dimenticati con tornei e gare di abilità in cui cimentarsi, da coda di cavallo all’uovo nel cucchiaio, dal salto della corda multiplo alla carriola.

A queste attività, che in passato intrattenevano i ragazzi negli assolati pomeriggi di primavera, si alterneranno i giochi di cortile di un tempo, come mosca cieca, strega comanda colore, quattro cantoni e rialzo, per una giornata di svago all’aria aperta, all’insegna della fantasia, della creatività e della condivisione, lontano da tv e videogames. A fine giornata saranno organizzate inoltre Le olimpiadi dei grandi, un’attività per far divertire mamme e papà.

All’interno della proprietà l’Osteria del Mulino offre un punto ristoro, dove si può assaporare la cucina rustica umbra, in un’atmosfera calda e accogliente. Per info e prenotazioni 075.816831.

Con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Assisi.

Con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2018”, è reso possibile grazie al significativo sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI, e al prezioso contributo di PIRELLI che conferma per il sesto anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione. Si aggiunge quest’anno la prestigiosa presenza di Radio Monte Carlo in qualità di Media Partner.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*