I migliori studenti delle classi quinte del Liceo Properzio a Torino

 
Chiama o scrivi in redazione


I migliori studenti delle classi quinte del Liceo Properzio a Torino, vivranno una settimana da veri universitari

I migliori studenti delle classi quinte del Liceo Properzio a Torino

Vivere come uno studente e una studentessa fuorisede in Piemonte per una settimana intera: è l’esperienza che Edisu Piemonte, l’Ente Regionale per il Diritto allo studio universitario della regione subalpina,  offrirà a sette tra ragazzi e ragazze meritevoli che frequentano le classi quinte di quattro istituti superiori di altrettante regioni dello stivale.


Fonte Ufficio Stampa
Edisu Piemonte


Nella scorsa primavera Edisu Piemonte ha avviato un progetto pilota di orientamento in entrata “Xcorsi”, unico in Italia: sono state selezionate, attraverso la piattaforma Eduscopio della Fondazione Agnelli, quattro scuole che si sono particolarmente distinte a livello nazionale per la qualità dell’offerta formativa.

Ai loro migliori studenti e studentesse l’ente ha deciso di offrire l’opportunità di toccare con mano quella che è l’offerta messa in campo dal sistema universitario piemontese: una sorta di full immersion tra orientamento agli studi, cultura e sport. Il progetto si svilupperà proprio durante la settimana in cui la città di Torino è sede ufficiale del più grande evento mondiale dedicato al tennis, le ATP Finals. Gli studenti e le studentesse, che saranno ospitati nella Residenza Universitaria “Olimpia” nel Lungo Dora Siena a Torino, potranno quindi vivere una grande città nel pieno dei festeggiamenti per questo grande evento di sport.

Tra le quattro scuole selezionate a livello nazionale, figura anche il Liceo “Properzio” di Assisi sotto la guida della Dirigente Scolastica Francesca Alunni. Il liceo “Sesto Properzio” è uno degli istituti scolastici più antichi presenti in città. La scuola è attiva fin dal 1860-1861, quando venne creato un ginnasio comunale con quattro diverse classi. Nel 1937, con l’istituzione del liceo comunale, la scuola assunse l’attuale denominazione di Liceo Sesto “Properzio”, in omaggio al celebre poeta latino originario della città.

Nel 1989, in seguito alla fusione con l’istituto magistrale “Bonghi”, il Properzio ha ricevuto l’apporto di una tradizione altrettanto ricca e significativa nel campo degli studi umanistici e pedagogici; da quell’anno il Liceo annovera tra i suoi corsi, oltre all’indirizzo classico, anche il linguistico e il pedagogico (sociale, a partire dall’anno scolastico 1999-2000). In seguito alla riforma Gelmini (Legge 133 del 2008) e con l’applicazione del Regolamento dei Licei (D.P.R. n. 89 del 2010), tutti gli indirizzi legati al ramo pedagogico-sociale sono confluiti nel nuovo liceo delle scienze umane.

A dare lustro alla città di Assisi, nella giornate torinesi, saranno gli allievi Federica Marino, del V C linguistico, e Giacomo Vetturini, del V A classico. “Fin dal primo anno scolastico, Federica Marino si è distinta nella sua classe per la grande volontà nello studio – racconta la Dirigente Francesca Alunni, che prosegue –  Ragazza curiosa e determinata, ha sempre riportato ottime valutazioni sia nelle materie di indirizzo linguistico che nelle discipline scientifiche. Per il suo encomiabile impegno mostrato durante tutto il percorso scolastico, i nostri auguri per un futuro radioso di Federica sono molto più che semplici auspici. Giacomo Vetturini  – prosegue la Alunni – è un ragazzo serio, attento e riflessivo…con le idee molto chiare fin dal primo giorno nella nostra scuola. Sa però far emergere una vena istrionica e divertente; nel collezionare voti eccellenti nelle diverse materie, ha anche interpretato uno spassosissimo Calino, nella commedia ‘Casina’ di Plauto durante le iniziative della Notte del classico 2020”, spiegano i docenti dei due alunni della scuola assisana.”

Durante la settimana piemontese cominciata ieri, domenica 14 e che si concluderà il 20 Novembre, gli studenti e le studentesse ospiti avranno modo di visitare alcuni tra i più celebri musei del territorio come il Museo Egizio, la Mole Antonelliana che ospita il Museo del Cinema e il Museo diffuso della Resistenza di Torino, potranno fare attività di orientamento presso l’Università di Torino e il Politecnico grazie alla collaborazione dell’Ass. Erasmus Student Network di Torino, conoscere inoltre i corsi e il campus dell’Università del Piemonte Orientale attraverso una visita nella sede di Novara.

La vita vera e propria da universitari la vivranno alloggiando nella Residenza Olimpia a Torino e andando a mangiare in mensa,  sia a pranzo che a cena, proprio come dei perfetti studenti fuorisede. In residenza avranno a disposizione, inoltre, spazi dedicati al benessere fisico come campi di beach volley, palestre e calcetto. Non mancheranno i momenti più ludici: si visiterà lo Juventus Stadium, saranno programmate partite di tennis organizzate in collaborazione con il Cus – Centro Universitario Sportivo di Torino e gli studenti/esse potranno seguire le dirette delle Atp Finals attraverso il maxischermo allestito in residenza.

Sport e studio saranno al centro di un incontro all’interno dell’ex villaggio olimpico di Torino che vedrà protagonisti studenti universitari, eccellenze dello sport italiano, per trasferire ai giovani ospiti il grande valore della pratica sportiva anche a beneficio del percorso di studi. Grazie alla rinnovata collaborazione con APL – Agenzia Piemonte Lavoro gli e le ospiti potranno partecipare ad un incontro informativo che avrà come focus i mestieri del futuro e le competenze richieste dal mercato del lavoro.

  • Il Presidente di Edisu Piemonte Alessandro Ciro Sciretti:

“questa è di sicuro la formula più diretta e bella per aiutare gli studenti e le studentesse capaci e meritevoli ad orientarsi per il proprio futuro. Ma soprattutto per fargli vivere un’esperienza indimenticabile che si porteranno dietro per tutta la vita. Studiare in Piemonte con il sostegno di Edisu è una grande opportunità da cogliere. Ci auspichiamo che questi studenti possano trovare nel territorio che rappresentiamo con orgoglio quella luce che permette di rendere finalmente ben chiaro il percorso per cominciare a costruire il proprio futuro”.

  • Per la Dirigente Scolastica del liceo Properzio di Assisi, Francesca Alunni

“la nostra scuola ha profonde radici culturali e i suoi obiettivi fondamentali continuano ad essere la serietà degli studi e la qualità degli apprendimenti, elementi indispensabili per la prosecuzione degli studi a livello universitario, ma altrettanto importanti per qualsiasi progetto formativo. Un impegno che non si è fermato neanche in pandemia, quando siamo riusciti a rimanere accanto ai nostri studenti: da sempre gli alunni sono al centro del Properzio, e siamo felici che anche Edisu riconosca la qualità della nostra offerta formativa, permettendo a due dei nostri studenti di toccare con mano l’offerta del sistema universitario piemontese”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*