Bilancio 2018 Assisi, Freddii, utopistico elenco della spesa

Un utopistico elenco della spesa in quanto i finanziamenti sono tutt’altro che certi

 
Chiama o scrivi in redazione


Bilancio 2018 Assisi, Freddii, utopistico elenco della spesa

Bilancio 2018 Assisi, Freddii, utopistico elenco della spesa

da Rino Freddii
La struttura del bilancio 2018 è l’ulteriore conferma della mancanza di fiducia della Prima Cittadina nei confronti dei suoi più stretti collaboratori e del PD. Infatti, continuando a tenere per sé tutte le deleghe pesanti e credendo solo nelle capacità del “tecnico” Guarducci (nonostante la serie infinita di flop), gestirà insieme a lui la quasi totalità delle risorse disponibili, con buona pace degli altri assessori che si dovranno accontentare delle briciole.

Come noto, nonostante in campagna elettorale la Sindaca ne avesse escluso l’introduzione (ma questo è solo un dettaglio), quest’anno, per la prima volta nella storia di Assisi, compare nel bilancio l’imposta di soggiorno.

Senza entrare nel merito di questa scelta, che ovviamente spetta a chi è chiamato a governare, non si può non rilevare che il 26 febbraio, in fase di discussione e approvazione del bilancio, sono state respinte tutte le richieste dei gruppi di centrodestra, addirittura compresa quella dell’utilizzo di parte degli introiti della nuova imposta per abbassare l’aliquota della nettezza urbana alle attività artigianali e commerciali e per aumentare i fondi da destinare al Sociale, alle Pro Loco e alle Società Sportive.

Cosa dire poi delle opere pubbliche previste? Un ingannevole “contentino” per cercare di calmare i cittadini sempre più insofferenti di fronte all’inerzia di questa maggioranza.

Un utopistico elenco della spesa in quanto i finanziamenti sono tutt’altro che certi, ad eccezione di quelli previsti con mutui, che non dimentichiamo possono essere accesi grazie alle capacità e alle responsabilità delle Amministrazioni precedenti che hanno lasciato conti in ordine e un ammortamento dei ratei quasi azzerato. 

Una improbabile lista che evidenzia la mancanza totale di idee e si limita a seguire lo schema dei bilanci passati senza affrontare e cercare di risolvere quelli che sono attualmente i veri problemi della nostra realtà: la mancanza di lavoro, la sicurezza e il degrado ambientale che oramai caratterizza molte parti del nostro territorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*