Assisi caput mundi, e in Parlamento? Griglia di partenza già fatta

Ma l’ingegneria della politica evidentemente segue altre considerazioni e meccanismi giuridici!

Assisi caput mundi, e in Parlamento? Griglia di partenza già fatta

Assisi caput mundi, e in Parlamento? Griglia di partenza già fatta

da Lorenzo Capezzali
ASSISI:  Assisi caput mundi in uno scranno del parlamento nazionale alle prossime elezioni politiche dei primi di Marzo? Perché no, la città è pronta a sostenere una candidatura di un suo assisano per tessere  un filo diretto tra la capitale e la municipalità locale e quindi i suoi residenti accanto agli organismi religiosi e laici. Il sasso lanciato nello stagno non avrebbe sortito effetto leggendo le ultime  sul web in cui sono stati elencati potenziali  nomi appartenenti ad  altre aree geografiche della regione.

L’idea quindi avrebbe già avuto una risposta negativa e questo non rallegra la città che credeva molto in uso rappresentante nel parlamento nazionale. La questione fu  propugnata all’allora dal sindaco Gianfranco Costa e poi  anche da altre figure di primissimo piano della politica locale e notabili del colle.

L’intuizione di una possibilità cooptazione politico-amministrativa tra il centro e la periferia nazionale avrebbe sicuramente dato mordente e integrità alle pubbliche relazioni, comunicazione e alla politica delle attività turistico-francescane, culturali, artistische, socio-umanitarie e pacifiste dell’acropoli oltre alla relazioni internazionali con i vari stati e quindi tra l’economia estera e quella assisana per l’industria turistica.

Assisi è testa di ponte del settore regionale e parte italiano alla stregua di centri come Firenze, Venezia, Roma. Il ruolo strategico e creativo della città avrebbe meritato un’attenzione maggiore e un susseguo di principio diplomatico pari  nel tentativo di una costruzione di cantieri  e confronti sui temi più scottanti del tempo. Ma l’ingegneria della politica evidentemente segue altre considerazioni e meccanismi giuridici!.

3 Commenti

  1. Ma chi scrive dove vive?? Abbiamo forse qualche Assisano in Regione? No, e allora pensiamo possibile portare un Assisano DOC in Parlamento? Ma andiamo…non abbiamo capito nulla del nostro immobilismo. Parla di Firenze, grazie, Firenze ha espresso un Sindaco che é un leader politico nonché Presidente del Consiglio dei Ministri…paragone infelicissimo.
    Venezia, idem.
    Pensiamo a far funzionare il nostro piccolo orticello e sviluppare le nostre enormi potenzialità, liberandoci del gioco di Perugia e Regione, divenendo città trainante regionale e, perché no, nazionale. Allora potremo pensare di portare un Assisano in Parlamento. Non siamo riuscito a portare il Dottor COSTA in Consiglio Regionale……meditate gente

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*