Parcheggio di Mojano, la disavventura di un residente, tra tariffe agevolate e altro

Parcheggio di Mojano, la disavventura di un residente, tra tariffe agevolate e altro

da un cittadino residente ad Assisi (riceviamo e pubblichiamo integralmente)
Parcheggio di Mojano, la disavventura di un residente, tra tariffe agevolate e altro. Dopo aver parcheggiato nel parcheggio di Mojano, assolutamente privo di alcuna presenza fisica in termini di cassieri e/o addetti al parcheggio (solo più tardi mi è stato detto che il parcheggio è passato ad una nuova gestione….), ma questo ci può stare nell’epoca dell’automazione assoluta in cui si paga con il semplice tocco di un orologio o di uno smartphone. La sorpresa c’è stata al momento di ritirare l’auto. Dato per scontato, quindi, che non avrei potuto pagare ad un cassiere “umano”, mi sono recato presso la cassa automatica; sorpresa, NON ACCETTA BANCONOTE DA 50 EURO. Ora, mi chiedo: ma scherziamo? Mille peripezie per trovare chi mi cambiasse 50 euro!!!! Neanche chiedessi di cambiare una banconota da 500 euro!!!!!!!!!!!

LEGGI ANCHE: Amministrazione allo sbando e chi ci rimette? Purtroppo la città e i suoi abitanti FOTO

E non solo: come potevo far valere il diritto di TARIFFA AGEVOLATA COME RESIDENTE??????? Morale, ho dovuto acquistare in un negozio per farmi cambiare 50 euro; tralascio sulla qualità del negozio, tra cacche di plastica e cineserie varie sembrava di stare in un film comico!!!! Non sarà ora di smetterla di farsi grandi con tariffe speciali etc. etc. quando poi queste non sono fruibili dagli aventi diritto?????

Ed ancora: ma che servizio offrite se prima invitate i turisti sbandierando chissà quali servizi e poi non siete neanche in grado di fornire i servizi di base???? Con me erano presenti dei turisti che vista l’assoluta assenza di personale, non si sono neanche fidati di salire in ascensore pensando che se avessero avuto problemi la loro visita nella città di Assisi se la sarebbero passata tutta in un ascensore!!!!!!!!! Auguri infiniti per un futuro radioso e pieno di soddisfazioni…

 

10 Commenti

  1. Non importa caro cittadino se funziona o meno…importante è la propaganda e la pubblicità con cui qualcuno si riempie la bocca. Visto che non è deve almeno “apparire”. Ha proprio ragione. Auguri cari assisani.

  2. Io mi sono recata al parcheggio. Ho chiestto il rinnovo della tessera che mi e stato fatto nell’attività co.merciale moto gentilmente e mi è stato dato un biglietto per l uscita. Punti di vista.

  3. Pace a Voi, sempre parlando di punti di vista a me pare un articolo con informazioni e segnalazioni ridicole , se si vuole criticare un qualche cosa è importante non inserire banalità ma mettere cose concrete altrimenti diventa un modo di rendersi ridicoli agli occhi di chi legge

  4. Egregio consigliere Migliosi.
    Purtroppo cose concrete da inserire non ne abbiamo da quando esiste questa amministrazione, pertanto ci rendiamo ridicoli pur di far presa sui cittadini.

  5. Questa mattina ho camminato lungo il percorso verde. Ho notato che tutto è stato risistemato : il fondo, la staccionata, il taglio dell’erba l’ingresso per disabili. Purtroppo ho anche notato due ciuffi d’erba presso una delle tante panchine nuove, che non sono stati tagliati. Davvero inefficiente questa amministrazione!

  6. Esempio di democrazia. Devi dire a lor signori che sono bravi belli e buoni altrimenti se provi a criticarli sei ridicolo e banale. Però questo migliosi se non erro inizio o finisce i suoi commenti sempre impartendo benedizioni. Ma è un semplice cittadino che si è trovato per caso a fare il consigliere ( ma che consiglierà mai…boh) o studia da futuro vescovo? Come impartisce le benedizioni lui non lo fa nessuno!!!!!!!! Complimenti. ..

  7. Egregio/a Volpino/a, seppur nella mia ignoranza sono a dirti che “PACE e BENE” non è una benedizione ma un semplice saluto francescano. Pace e Bene anche da parte mia.

  8. Caro Volpino, da assisano cerco di recuperare lo spirito di questa città che tutti chiedono di riscoprire.
    E quale spirito migliore, quale migliore eredità possiamo, da assisani, proporre a noi stessi e agli altri (specie se si mostrano accalorati nel linguaggio) se non il saluto che sempre il Santo Francesco porgeva a chi incontrava ?
    Quindi non me ne voglia se anche a lei auguro di tutto cuore , Pace.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*