Si dia seguito alle parole con i fatti, per amministrare ci vuole concretezza e impegno quotidiano

 
Chiama o scrivi in redazione


 Si dia seguito alle parole con i fatti, per amministrare ci vuole concretezza e impegno quotidiano

da Claudia Maria Travicelli (Democratici e Popolari per Assisi)
Che a Palazzo di Assisi, per il momento, non si possa pretendere una tribuna da stadio da Serie A, su ciò siamo tutti d’accordo. Di contro, però, non si può tollerare che la squadra di Palazzo di Assisi, la “A.S.D. Calcio Palazzo”, che milita nel Campionato di Prima Categoria Umbria 2019/2020 Girone C, non possa ambire almeno ad una tribuna. Per il momento, gli spettatori, che sono sempre più numerosi, devono assistere alle partite seduti su delle seggiole di fortuna, oppure in piedi.

Questo è troppo! Troppo poco!

Ogni tanto ricorrono, specialmente quando si avvicina qualche elezione, proclami di ammodernamento ed adeguamento dell’impianto sportivo di proprietà del Comune di Assisi. Non osiamo pensare cosa sarà in questi giorni ! Ai proclami, però, non è seguito mai nulla. Come si può anche vedere dalla foto, sono in mostra alcune delle seggiole a disposizione del pubblico. Un noto allenatore di calcio, avrebbe esclamato “Agghiacciante!!”. Ebbene sì, questa è la situazione, al netto dei proclami.

Un luogo di sana aggregazione, e di sano svago, contrariamente alla cronaca di questi giorni su alcuni gruppi ultras di una nota squadra di calcio della Serie A, non merita la trascuratezza da parte dell’Amministrazione, alla quale è lasciato lo stadio di Palazzo di Assisi. Possiamo ringraziare solo e soltanto l’A.S.D. Calcio Palazzo per il grande e continuo lavoro, che ogni giorno con sensibilità, passione e senso di responsabilità porta avanti.

I cittadini, gli sportivi e i tifosi di Palazzo di Assisi, non possono e non devono essere lasciati indietro. Tutti, si riempiono la bocca con la tutela delle Frazioni e via discorrendo, ma a Palazzo sembra che si debba sempre attendere. Chi sa perché?

Ricordiamo che a tal proposito anche il Consigliere comunale Moreno Fortini, come si legge nella deliberazione del Consiglio Comunale di Assisi n°35 del 29/07/2019, ha presentato una interpellanza all’Assessore competente, riguardante questa problematica. La risposta dell’Assessore è stata che l’iter per la costruzione della nuova tribuna dovrebbe chiudersi entro e non oltre la fine di questo anno 2019.

L’Amministrazione con le parole dell’Assessore competente inoltre, ha chiuso il suo intervento con questa frase “….riusciremo finalmente a donare la tribuna alla associazione di Palazzo.” Come se ciò fosse un dono, utilizzando un termine più proprio per dei sudditi, più che per dei cittadini. Lo stadio è del Comune, e certe cose non devono essere un “dono”, ma una risposta seria e concreta alle esigenze dei cittadini stessi.

Quanto al cronoprogramma dei lavori, come si legge sempre nella citata deliberazione, ammesso sempre che vi si dia seguito, si andrebbe a realizzarsi a campionato iniziato con tutti i disagi immaginabili.

Questi lavori dovevamo essere fatti già da molto tempo, magari quando il campionato era fermo, e non a campionato iniziato e, con l’approssimarsi dell’inverno, il maltempo potrebbe incidere sulla tempistica dei lavori e, quindi ,ulteriori disagi per i tifosi e tutti i fruitori dell’impianto sportivo.

Essendo ottobre alle porte, e per le problematiche sopra acclarate, restiamo quindi molto dubbiosi su quanto dichiarato. Per non parlare poi … delle manovre e dei grandi movimenti … che si stanno verificando in queste ore nella Casa comunale.

Ci auspichiamo però che, per il bene della squadra del nostro paese, sia rispettata la consegna per il mese di Dicembre 2019.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*