La pietra (rosa di Assisi) e le forbici, ma cosa si vuole tagliare?

 
Chiama o scrivi in redazione


La pietra (rosa di Assisi) e le forbici, ma cosa si vuole tagliare?

La pietra (rosa di Assisi) e le forbici, ma cosa si vuole tagliare?

da Assisi Domani
C’era una volta un gioco in cui la forbice si cercava di tagliare la pietra e ovviamente….le forbici si rompevano. E’ quello che ci auguriamo la cittadinanza comprenda nella prossima tornata elettorale.


da Assisi Domani
la segreteria


Infatti è passata sottotraccia la chiara intenzione altresì ben evidenziata nel programma di governo del candidato della Destra di ridurre la spesa pubblica corrente del Comune di Assisi del 2% all’anno. Ci si rende conto di cosa significa? Significa tagliare circa € 500.000 di spesa corrente all’anno con una revisione di spesa complessiva nei cinque anni di mandato dunque pari a € 2.500.00 complessivi!

  • La prima domanda che sorge spontanea è COSA SI VUOLE TAGLIARE?

Appare evidente infatti che alcuni capitoli di spesa è evidente non sono affatto comprimibili.  Facciamo l’esempio infatti della spesa corrente destinata agli stipendi dei dipendenti dell’amministrazione comunale (che ha dimostrato tra l’altro nelle sue ultime esternazioni di non apprezzare né conoscere al punto di scambiare un Agente di Polizia con un Vigile Urbano): come pensa di ridurre la spesa? Dunque la revisione della spesa quali capitoli andrebbe a colpire? La scuola? I Servizi sociali? I Trasporti ? Ciò che rende la nostra vita cittadina più vivibile e agevole? Non è dato sapere.

  • Ma sorge anche spontanea la seconda fondamentale domanda:  PERCHE’ ??? Quali sono i fini di questi tagli?

Abbiamo vissuto una campagna elettorale dove con finta competenza si denunciava una situazione debitoria preoccupante del Comune. Poi si vanno a vedere i dati complessivi del Bilancio approvato e certificato (non solo i dati parziali che fanno comodo ad arte) e si scopre che il Bilancio è sano e solido e che la rata annuale per  l’indebitamento pagata dal Comune è inferiore di oltre un terzo a quella del 2016 quando Stefania Proietti è divenuta Sindaco.  L’obiettivo di una Amministrazione Comunale non è certo ridurre i servizi ai cittadini che poi magari si devono rivolgere a privati, ma di darne quanti più possibile e di miglior qualità possibile mantenendo l’equilibrio di Bilancio. Questa è la visione di Assisi Domani. Nessuna forbice spezzerà la pietra rosa di Assisi.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*