Massimo Paggi la smetta di speculare sulla sanità e su futuro dell’ospedale

Dire che dell’ospedale di Assisi resteranno soltanto le macerie vuol dire mistificare la realtà

 
Chiama o scrivi in redazione


Massimo Paggi la smetta di speculare sulla sanità e su futuro dell'ospedale
Pastorelli Salvini

Massimo Paggi la smetta di speculare sulla sanità e su futuro dell’ospedale

“L’assessore Massimo Paggi la smetta di speculare sulla sanità e sul futuro dell’ospedale di Assisi. E’ ormai evidente a tutti come i suoi accorati appelli in difesa del nosocomio, condivisibili negli intenti, nascondano in realtà fini elettorali ben precisi”. Così il capogruppo Lega in consiglio regionale dell’Umbria, Stefano Pastorelli.

“Dire che dell’ospedale di Assisi resteranno soltanto le macerie vuol dire mistificare la realtà e strumentalizzare quelli che sono gli impegni reali della giunta Tesei e dell’assessore Coletto sul tema della sanità – spiega – L’assessore Paggi dimentica che il mondo intero sta uscendo solo ora da oltre un anno di pandemia che ha avuto effetti devastanti sotto tutti i punti di vista, sanitario, sociale ed economico, e che ha costretto la Regione Umbria ad una complessiva riorganizzazione di una rete ospedaliera che palesava delle gravi carenze in termini di strutture, servizi e professionalità causate da anni di malgoverno e incapacità della sinistra.

LEGGI ANCHE – Tutti difendiamo il nostro ospedale appello dell’assessore Paggi

Nell’ultimo periodo, grazie anche ad una campagna vaccinale regionale tra le più efficienti a livello nazionale, l’Umbria è stata tra le prime regioni in Italia a passare in zona bianca, le terapie intensive si sono svuotate e i nuovi casi covid sono diminuiti verticalmente al contrario dei guariti che invece continuano ad aumentare. Il quadro epidemiologico in costante miglioramento ha permesso ai vertici regionali della sanità di considerare la riorganizzazione della rete ospedaliera e il ripristino graduale dei reparti.

Un’operazione che interessa ospedali covid e non covid. Proprio sull’ospedale di Assisi inoltre è stata votata in consiglio regionale una mozione a mia prima firma che ne prevede il potenziamento e la valorizzazione. Impegni sui quali l’assessore Coletto e la presidente Tesei non si tireranno indietro.

Su un punto sono d’accordo con l’assessore Paggi, quando ricorda che le giunte regionali di sinistra non hanno fatto niente per impedire lo smantellamento di alcuni servizi dell’ospedale, assecondate dalle amministrazioni di quella stessa parte politica che negli anni hanno governato Assisi. Noi non seguiremo lo stesso percorso e non faremo gli stessi errori, di questo può esserne certo”.(nota ALumbria)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*