Festa 25 aprile, corone davanti a lapide, Stoppini, dovere ricordare

Il tributo di sangue di tanti uomini e donne che hanno sacrificato la propria vita

 
Chiama o scrivi in redazione


Festa 25 aprile, corone davanti a lapide, Stoppini, dovere ricordare

Festa 25 aprile, corone davanti a lapide, Stoppini, dovere ricordare

L’amministrazione comunale di Assisi ha ricordato, nel pieno rispetto delle norme anti-covid, la ricorrenza del 25 aprile, giornata simbolo a ricordo della liberazione di tutte le guerre. Il vice sindaco Valter Stoppini e il presidente del consiglio comunale Donatella Casciarri hanno deposto due corone di alloro, a Santa Maria degli Angeli, una davanti alla lapide di Giovanni Becchetti, nell’omonima via, e l’altra davanti al monumento ai caduti in piazza Martin Luther King, insieme ai rappresentanti dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani), dell’Anmig (Associazione nazionale mutilati invalidi di guerra e reduci) e dei rappresentanti delle forze dell’ordine.

Al termine della cerimonia, il vice sindaco Stoppini ha affermato che “è doveroso per ogni amministrazione, per ogni cittadino ricordare il 25 aprile, la data che rievoca la liberazione dell’Italia dalla dittatura fascista e dall’occupazione nazista, la liberazione dalla seconda guerra mondiale, dai lutti, dalla distruzione e dalla miseria.

Doveroso ricordare il tributo di sangue di tanti uomini e donne che hanno sacrificato la propria vita per la nostra libertà, per quella dei nostri figli e delle future generazioni. Doveroso deporre una corona davanti ai monumenti che segnano i nomi e i cognomi dei nostri concittadini che si sono battuti per la democrazia perché il 25 aprile è la festa di tutti, non deve seguire tendenze e mode, è così sempre attuale tanto è attuale la difesa quotidiana di valori come la libertà e la dignità delle persone”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*