SANTA MARIA DEGLI ANGELI, ANGELANA CALCIO, E’ COMINCIATA L’AVVENTURA

ANGELANA Foto Simona Granata
ANGELANA Foto Simona Granata
ANGELANA Foto Simona Granata

Simona Granata
dal Sito dell’Angelana calcio
SANTA MARIA DEGLI ANGELI (PG) – E’ partita i primi di agosto l’avventura dell’Angelana 2013/’14 targata mister Pino Scattini. Prima settimana molto intensa, con un grande lavoro fisico, per smaltire le tossine estive immagazzinate nelle vacanze e per accumulare nei muscoli le energie atte ad affrontare una stagione che vede i giallorossi tra i favoriti per recitare un ruolo da protagonisti nel prossimo campionato di Eccellenza. “Non abbiamo obiettivi, non voglio darmene e non voglio darli ai ragazzi. L’Angelana dovrà divertirsi e far divertire, disputando certamente un campionato di vertice.

Vogliamo ritrovare positività, entusiasmo, dopo un periodo per noi molto difficile, sotto il profilo umano. Senza dimenticare i nostri amici che ci hanno lasciato (chiaro, seppur esplicito, il riferimento a Stefano De Nigris e Giuliano Rapo, venuti a mancare di recente, nel corso della nefasta stagione sportiva 2012/’13), portandoci comunque nel cuore il ricordo dei nostri amici.” Questo è il Simone Tarpanelli-pensiero per il nuovo anno calcistico. Per chi ha vissuto dall’interno la scorsa stagione, per chi fa parte dell’Angelana calcio tutta, giocatori, società, tifosi, simpatizzanti, ma anche avversari, non è facile non pensare alle travagliate vicende umane che hanno segnato, o che stanno segnando, il recente passato ed il presente della società di Lucio Tarpanelli e Nilo Dalla Nave. Ma la società giallorossa tutta, come ha già dimostrato per quanto concerne il settore giovanile diretto da Paola Maccabei, innalzando la qualità del servizio offerto ai suoi iscritti, non vuole mollare, anzi. Proprio per questo la società si è mossa con molto acume sul mercato, confermando pedine chiave dell’ultima Angelana che è stata ed integrandola con acquisti mirati, di spessore, per la categoria, con una particolare attenzione per il reparto offensivo.

 

Il centravanti giallorosso sarà Domenico Borrelli (il primo da destra nella foto articolo, ndr), in arte “Mimmo”, 32enne attaccante mancino campano, conosciuto dalle nostre parti per aver fatto le fortune del Bastia che vinse l’Eccellenza due stagioni fa e della Subasio di Colantonio prima e di Cocciari poi, che ha sfiorato la Serie D, eliminata nella fase nazionale dei playoff. Se nel 2011/’12 Borrelli era stato fondamentale, in termini realizzativi, per aiutare il compagno di reparto Salvatore Pica a diventare il top scorer dell’Eccellenza, con i 18 centri messi a segno in maglia bianconera Borrelli pochi mesi fa si è messo in proprio, laureandosi capocannoniere del massimo campionato regionale umbro.

 

A proposito del Bastia campione nel 2011/’12, arriva direttamente dai cugini un altro nome altisonante, un giocatore in grado di fare la differenza a queste latitudini calcistiche (probabilmente anche ad altre): stiamo parlando di Michele Battistelli (il secondo da sinistra nella foto, ndr). 28 anni, mezzi tecnici e fisici impressionanti e tanta voglia di rimettersi ad inventare calcio, magari proprio servendo “Mimmo” Borrelli in mezzo all’area, dopo una bella sgroppata sulla sinistra. L’altro pezzo forte che va a rinforzare il reparto offensivo di mister Scattini è l’attaccante Tiberio Rocchi (il secondo da destra nella foto articolo, ndr), 21enne reduce da un’esperienza in Serie D con il Deruta. Il giocatore, seppur giovane, ha già calcato palcoscenici importanti e vanta presenze nel massimo campionato dilettantistico anche con la maglia del Perugia, con la quale juniores si è anche aggiudicato un Pallone d’Oro del calcio Umbro come miglior giovane regionale nel 2011.

 

A proposito di ex Grifoni, al centro della difesa l’Angelana piazza un pezzo da 90, quale il bettonese Marco Taccucci (a sinistra nella foto articolo, ndr), reduce si da un’esperienza con il Castel del Piano in Eccellenza, ma con alle spalle due lustri da professionista, tra San Benedetto del Tronto, Venezia, Monza e Perugia, squadra con la quale ha vissuto l’onta dell’hannus horribils di Covarelli, passando subito dopo alla rinascita del primo anno dell’era Damaschi. Il direttore generale Tarpanelli gli ha piazzato vicino un altro ex Grifone, ossia Pietro Baldelli, classe 1995, cavallo di ritorno in maglia giallorossa, reduce da un’annata con la Berretti perugina. Di spessore anche l’innesto dell’esterno classe 1987 Riccardo Ubaldi, cresciuto tra le altre nel settore giovanile dell’Arezzo; vanta nel curriculum Tiberis e la Serie D con il Todi, nella stagione appena trascorsa. Molti volti nuovi, ma anche riconferme, quali il portiere Simone Battistelli, “l’ultracentenario” ( a livello di presenze in maglia Angelana, ndr) Mirko Magionami, jolly difensivo che ha disputato un’ultima stagione ad altissimi livelli.

 

E poi Ramon Buffa, arrivato a stagione in corso a dicembre 2012, dalla Tiberis lo scorso anno. Uno che di talento che ne ha da vendere, così come di voglia di dimostrarlo in maniera più incisiva rispetto a quanto fatto nel travagliatissimo finale di stagione scorso. Dulcis in fundo c’era, c’è e ci sarà il capitano Luca Bordichini, pronto a guidare il centrocampo angelano con la sua tenacia e la sua esperienza anche quest’anno. E poi tanti giovani, cresciuti all’ombra della Basilica di Santa Maria degli Angeli: dagli ormai collaudati Nicolò Guzzoni, Davide Pompili, Francesco Carloni, Ivan Licastro e Lorenzo Mazzoli, a quelli che ancora devono prendere un po’ più di confidenza con l’ambiente della prima squadra, quali Nicola Scopetti, Nicola Cetra, Riccardo Rossi, Alessandro Trabalza, Lorenzo Gasparrini e Kevin Krifa.

Crescere, migliorarsi, divertirsi. Questo vuole fare la nuova Angelana. Il primo test amichevole ha dato subito responsi positivi a mister Scattini. La Berretti del Castel Rigone è stata superata 3-0, grazie alle reti del redivivo Ramon Buffa e di Tiberio Rocchi nel corso della prima frazione. Nel corso della ripresa c’è stata gloria anche per il classe 1996 Lorenzo Gasparrini. Gasparrini e Rocchi hanno messo così a segno la loro prima rete in gare ufficiali con indosso la maglia dell’Angelana.

Altro test, più probante per tastare il polso dell’Angelana, vedrà i ragazzi di Scattini misurarsi in un triangolare, il “Trofeo Città delle Acque – Memorial Angelo Marinangeli”, con il Nocera Umbra, squadra che anch’essa militerà nel campionato d’Eccellenza e con il Bastia, compagine che invece difenderà l’onore dell’Umbria nel girone E di Serie D.

FOTO ARTICOLO DI SIMONA GRANATA

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*