Assisi, Lega: “Dai grillini zero idee, parlano solo di noi”

 
Chiama o scrivi in redazione


Positivi covid tra i francescani, l'invettiva di Stefano Pastorelli, Lega

Assisi, Lega: “Dai grillini zero idee, parlano solo di noi”

Il Movimento 5 Stelle ad Assisi non fa altro che nominare il centrodestra e la Lega. Siamo contenti di essere tra gli argomenti preferiti dei grillini, ma forse i loro elettori, qualora ce ne siano, vorrebbero sentir parlare di iniziative e progetti da mettere in campo per il territorio. A questo punto ci viene il dubbio che anche di idee concrete non ce ne siano.

:on è una novità, il Movimento 5 Stelle non ha mai fatto nulla per Assisi, scoprendo soltanto ora in campagna elettorale l’esistenza di argomenti come l’ospedale o le ex Fonderie Tacconi, mettendo in evidenza una certa ignoranza su tematiche allo stesso modo fondamentali come ad esempio il rilancio del tessuto economico e del centro cittadino, la valorizzazione dei cammini francescani, la cura e l’attenzione da riservare alle frazioni troppo a lungo dimenticate. Le questioni su cui basare un confronto sono mille, a causa dell’incapacità della giunta uscente di centrosinistra di affrontare le criticità, ma se i grillini preferiscono parlare della Lega facciano pure.

Riguardo agli attacchi che ci vengono rivolti dal capolista del Movimento 5 Stelle sul tema dell’immigrazione, vogliamo ricordare come la Lega fin dal 2016 abbia proposto per la città di San Francesco l’accoglienza di minori non accompagnati attraverso quei corridoi umanitari che rappresentano, secondo noi, quella ‘buona’ immigrazione che ogni paese europeo dovrebbe incentivare. Se per i grillini l’alternativa ai corridoi umanitari sono i barconi, gli sbarchi irregolari, gli arrivi sul territorio italiano di irregolari e i morti in mare, che lo dicano chiaramente.

Piuttosto, non abbiamo ancora sentito il candidato a sindaco di centrosinistra e Movimento 5 Stelle intervenire su temi molto cari alle forze politiche che compongono la sua coalizione. Cosa ne pensa la Proietti del DDL Zan nella parte in cui introduce la possibilità di inserire teorie gender nelle scuole e nella parte dove si prevede, parole del proponente Zan, la possibilità di aiutare i bambini a cambiare sesso?

E ancora, pochi giorni fa in Commissione alla Camera è stata approvata la proposta del Movimento 5 Stelle di legalizzare piccole coltivazioni casalinghe di cannabis per uso personale. Non crede la Proietti che incentivare l’utilizzo di droghe possa essere deleterio per i giovani e per le famiglie? Come si combina l’esigenza di tutelare l’integrità morale e l’immagine nel mondo di una città come Assisi con la proposta di liberalizzare le droghe leggere? Restiamo in attesa di risposte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*