Rimpasto Giunta dopo dimissioni Guarducci borsa del nuovo assessore al turismo

Da oggi inizia la corsa al nuovo titolare del dicastero più “in“ della politica  economica del territorio

 
Chiama o scrivi in redazione


Eugenio Guarducci si dimette, terremoto in giunta ad Assisi

Rimpasto di Giunta…..Borsa del nuovo assessore al turismo

da Lorenzo Capezzali
ASSISI – Se ne parlava da molto, ma evidentemente questo doveva essere il momento giusto per rassegnare le dimissioni da assessore da parte di  Eugenio Guarducci, deleghe alla cultura e al turismo, figura inserita nell’esecutivo  a pieno titolo generale dietro un’intuizione di prospettiva culturale e di successi comunali del sindaco Proietti al varo della maggioranza. Il perugino Guarducci se ne va ma rimarrebbe in bilico il milanese Rota, assessore dell’ultima ora in sostituzione dell’ex assessore Claudia Maria Travicelli. Rimpasto, dunque, di Giunta ancora  nella città di Francesco dopo un periodo lungo di attività amministrativa, guidata dal sindaco Stefania Proietti e dalla sua giunta.

© Protetto da Copyright DMCA

Da oggi inizia la corsa al nuovo titolare del dicastero più “in“ della politica  economica del territorio, quel turismo che nel giorno di Pasqua prende il suo avvio stagionale non senza preoccupazioni su programmi e lavoro da espletare.

Dimissioni ex ante annunciate dell’ex assessore Guarducci, ma sempre respinte dal sindaco Proietti nella convinzione di sostenere ad ampio raggio il programma articolato e preciso del nuovo gruppo di direzione amministrativa. Per l’opinione pubblica la partenza di Guarducci troverebbe motivo nella imperfetta risonanza tra idee creative e risultati conseguenti non all’altezza delle aspettative attese e dei riflessi negativi di una immagine trasposta indirettamente su Assisi dal sisma.

Spenti i riflettori sull’impasse Guarducci prende quota  la borsa sul prossimo nome da inserire nella giunta.

Top secret ma l’orientamento parrebbe prefigurare la ricerca di un assisano di  elevato livello culturale e ambientale senza  correre  fuori comune. Sull’aspetto ex Guarducci così motiva una nota comunale della giunta: “Il Sindaco, la Giunta e la maggioranza consiliare che sostiene l’Amministrazione ne hanno preso atto e non possono non far pervenire all’Architetto Eugenio Guarducci un sentito ringraziamento per l’importante opera spesa in favore della Città di Assisi. Gli interpreti dell’attuazione di questo programma possono anche cambiare, quello che non cambierà è il nostro spirito di servizio ai cittadini di Assisi nella continuità del lavoro già proficuamente impostato.”

Sull’affaire Guarducci fiondanti commenti sono stati quelli del centro destra con analisi e strategie motivazionali sull’operato dell’ex assessore e su quello della maggioranza tutta, sollecitandone una dismissione. FI,  Fratelli d’Italia, Lega Nord e l’ex consigliere Freddii hanno scagliato bordate a non finire sul caso Assisi di  Palazzo dei Priori.

Hanno fatto da sponda molti interventi social di cittadini ed opinionisti e del segretario regionale della DC, Paolo Pizziconi, il quale ha stigmatizzato “l’attuale momento di governo assisano  sollecitando più lavoro e realismo per i cittadini”. Insomma ce n’è quanto basta per trovare in Assisi un momento non ipotecato alla vigilia ma di sicuro effetto emotivo e sociale per tutti. Staremo a vedere!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*