Nasce ‘Comunità Solidali’, nuovo contributo per immaginare un’Umbria migliore


Scrivi in redazione

Nasce ‘Comunità Solidali’, nuovo contributo per immaginare un’Umbria migliore

Nasce ‘Comunità Solidali’, nuovo contributo per immaginare un’Umbria migliore

Ad Assisi giù il velo all’associazione fondata da rappresentanti delle istituzioni, università, piccola e media impresa. Ha coordinato la giornata Franco Baldelli insieme a Luca Ferrucci. Erano presenti un centinaio di persone da tutta l’Umbria.

Sabato 22 febbraio è stata presentata ad Assisi ‘Comunità Solidali’, neo costituita associazione che nasce dalla volontà di alcune persone, già impegnate a vario titolo nel mondo del volontariato, del commercio, dell’industria, delle professioni, delle istituzioni, delle piccole imprese artigianali e dell’università, di rilanciare una nuova cultura politica che parta dall’elaborazione di pensieri, idee e progetti con un orizzonte temporale molto esteso.

E con l’obiettivo di immaginare un’Umbria in cui come ricordava uno dei fondatori di ‘Comunità Solidali’, Franco Baldelli, “i nostri figli e nipoti possano tornare a scegliere se restare a vivere e lavorare in questa regione oppure valutare di intraprendere altre strade”. Le tematiche attorno alle quali la neonata associazione svilupperà le proprie attività saranno numerose, tra le quali le disuguaglianze economiche e sociali, la società multietnica, la rigenerazione dei centri urbani e delle aree interne, l’attenzione alle nuove e vecchie fragilità sociali e ambientali, le forme della rappresentanza politica e l’emergente società tecnologica e tecnocratica.

La presentazione di ‘Comunità Solidali’ è stata coordinata da Franco Baldelli; dopo il saluto del sindaco di Assisi Stefania Proietti, ha preso la parola Luca Ferrucci, componente del comitato promotore di ‘Comunità Solidali’, che ha spiegato le ragioni della nascita dell’associazione. Interventi sono poi arrivati da Vasco Gargaglia, Luca Angelini, Cinzia Bugiantelli, Paolo Silveri, Alba Asfalti e molti altri.

L’Associazione ‘Comunità Solidali’ entro giugno si doterà, grazie ad un’apposita assemblea, dei previsti organi di rappresentanza e di gestione. Successivamente saranno sviluppati vari campi di attività all’interno di ciascuna tematica accennata, in particolare convegni, conferenze, seminari ed ogni altra iniziativa di confronto e discussione utili a estendere idee in grado di migliorare ed allargare il panorama politico-culturale della regione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*