Parte da Perugia il primo campionato della Virtus Eko Gruppo Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


Parte da Perugia il primo campionato della Virtus Eko Gruppo Assisi

Parte sabato alle 20.45 da Perugia il primo campionato della storia in Serie C Gold 2019/2020 della Virtus Eko Gruppo Assisi. E la squadra è pronta per affrontare al meglio una nuova stagione che si prospetta dura, difficile e certamente avvincente. A parlare, e a caricare squadra e ambiente, nell’immediata vigilia del match in trasferta contro il Perugia Basket, è il capitano rossoblu Marco Provvidenza.

Da capitano: C Gold con la maglia Virtus, si parte. Che significa per te? Un’emozione – dice Marco Provvidenza – rappresentare i colori della città di Assisi è sempre stato motivo di responsabilità. Farlo in una nuova categoria, storica per la società, mi riempie di orgoglio e incentiva a dare sempre il 1000%”.

La prima a Perugia. Che partita è? “Una partita non semplice. A detta di molti è uno scontro importante in chiave salvezza, siamo coscienti di questo e partire con una vittoria in un campionato del genere, con una squadra nuova e giovane può fare la differenza”.

Campionato di livello. La Virtus Eko Gruppo Assisi potrà dire la sua e in che modo? “Il livello si è alzato e non poco. Bisogna trovare la giusta alchimia, ma il marchio di fabbrica dovrà essere lo stesso dell’anno scorso: in casa – sottolinea Marco Provvidenza – non si deve passare. Per fare questo e strappare qualche punto anche fuori ci sarà bisogno di tanta unione e intensità, siamo una squadra che si può esaltare in quei casi”.

Quale l’obiettivo stagionale e quale la speranza? “L’obiettivo minimo è la salvezza. Sono sempre stato abituato a pensare un passo alla volta e in maniera obiettiva. Poi – conclude il capitano rossoblu – una volta raggiunto quello, non escludo l’obiettivo play-off. Sicuramente – suona la carica il forte giocatore della Virtus – i pronostici che ci hanno dato per semi-spacciati saranno la nostra benzina”.

Non resta che scendere in campo. Buona fortuna, Virtus!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*